ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa corsa dei prezzi

Energia, a primavera nuovo calcolo bollette: chi meno consuma meno paga

In vista di una programmazione e un riordino di più ampio respiro l’esecutivo sta pensando di individuare un nuovo meccanismo di calcolo delle bollette che tuteli le fasce protette e incentivi il risparmio energetico

Energia, Giorgetti: da primavera nuovo meccanismo per bollette

2' di lettura

Con la manovra da 35 miliardi che a ridosso di Capodanno ha incassato il via libera definitivo del Senato il governo, in scia con quello precedente, ha deciso di indirizzare gran parte delle risorse disponibili per tenere sotto controllo i rincari delle tariffe energetiche e venire incontro a famiglie e imprese.

La nuova strategia: incentivare il risparmio energetico

In vista di una programmazione e un riordino di più ampio respiro l’esecutivo sta pensando di individuare un nuovo meccanismo di calcolo delle bollette che tuteli le fasce protette e incentivi il risparmio energetico. A delineare la strategia è stato qualche giorno fa il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti: sulle bollette - ha spiegato nel corso di un'intervista alla festa per il decennale di Fdi, che si è svolta a metà mese - «stiamo studiando un meccanismo in cui il calcolo della bolletta dovrebbe in un qualche modo incentivare il risparmio». La riduzione dei consumi di energia è in linea con il regolamento elaborato dall'Europa che prevede un obiettivo di riduzione globale volontario del 10% del consumo lordo di elettricità e un calo obbligatorio del 5% del consumo di elettricità nelle ore di punta.

Loading...

Fascia protetta, poi chi consuma di più paga un prezzo più alto

In sostanza, secondo le prime indicazioni fornite in quell’occasione dal responsabile di via XX Settembre, si vuole «dare una fascia protetta di consumo del 70-80%» comparandola con i consumi «degli anni precedenti tutelata allo stesso prezzo, poi se qualcuno consuma di più paga un prezzo più elevato» per quella parte del 20-30 per cento sottoposto al mercato.

Per il meccanismo un possibile esordio a primavera

«È un meccanismo molto complicato che potrebbe esordire la prossima primavera», ha aggiunto Giorgetti. Presupposto per questa riorganizzazione del meccanismo di determinazione dei prezzi è avere un quadro dei dati il più omogeneo e completo possibile.

La scelta di Enel: sconto per chi consuma meno

In questa direzione si sono già mosse le utility, che puntano a incentivare i cittadini ad adottare comportamenti più virtuosi sotto il profilo del consumo di energia. Ad ottobre ad esempio Enel ha mandato una lettera a 9 milioni di clienti del libero mercato, nella quale venivano messi al corrente dell'introduzione di un piccolo incentivo economico, che si sarebbe tradotto in un risparmio nella bolletta, per coloro che avrebbero tagliato i propri consumi. La società aveva battezzato l’iniziativa “ EssenzialMente”: in sostanza, i clienti hanno potuto usufruire di una riduzione pari a 0,10 euro per ogni kilowattora risparmiato nei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

Da Terna una guida per tagliare i consumi di energia

Sempre con lo stesso obiettivo, Terna ha predisposto“Ecologio”, una bussola che indica sia la fascia oraria di picco in cui è preferibile moderare l'uso dell'energia elettrica per ridurre i costi del sistema, sia le eventuali ore critiche (giallo e rosso) in cui il sistema elettrico è messo a dura prova da diversi fattori esterni che potrebbero mettere a rischio la sicurezza stessa del servizi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti