Dall’avvio degli investimenti all’energia, lo stato dell’arte sulle raccomandazioni Ue

6/9Attualita

Energia / Rinnovabili e efficienza: serve un ulteriore scatto

(Agf Creative)

Il verdetto è chiaro: l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia potrebbe costituire un problema a medio e lungo termine «anche se non vi sono problemi significativi per la sicurezza dell'approvvigionamento di gas nel breve periodo» grazie alla notevole capacità di stoccaggio e ai gasdotti che collegano il Paese all'Africa settentrionale e all'Azerbaijan. Ma ora bisogna fare di più.

E l'elenco è lungo: più investimenti in nuove infrastrutture e reti per il gas con un occhio alla riconversione verso combustibili sostenibili e maggiore spinta sulle rinnovabili. Serve poi una strategia a medio e lungo termine nell'efficienza energetica dove finora hanno prevalso solo misure temporanee. E occorrerà velocizzare la decarbonizzazione nei trasporti. Insomma, quanto previsto finora è solo un primo passo e l'esecutivo è chiamato a un ulteriore scatto per allineare l'Italia agli obiettivi del pacchetto Fit for 55 e a quelli ancora più ambiziosi del REpowerEU.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti