energetici

Eni, BofA dice «buy» e vede flessibilità per dividendi e buyback

di Andrea Fontana


default onloading pic
(REUTERS)

1' di lettura

Eni è la migliore sul listino di Piazza Affari: la raccomandazione d'acquisto "buy" data oggi dagli analisti di Bank of America Merrill Lynch, le quotazioni del greggio di nuovo in ascesa e l'annuncio della scoperta di petrolio nel pozzo di Cape Vulture nell`offshore norvegese sono i fattori a sostegno del titolo. In particolare il broker Usa è passato da una posizione "neutral" a una "buy" sottolineando che il titolo tratta nettamente a sconto rispetto alla media delle altre compagnie petrolifere e che Eni ha una flessibilità finanziaria ulteriore da usare per dividendi e buyback. Gli analisti sottolineano che, pur avendo una esposizione all'Italia inferiore al 10% dei ricavi, Eni ha pagato in Borsa il rischio politico legato all'attuale momento ed è scambiata a uno sconto del 35% rispetto alle major dell'oil&gas se si guarda ai multipli Enterprise Value/Debt-Adjusted Cash Flow. Eni, prosegue il broker, ha una leva finanziaria tra le più basse e questo le assegna flessibilità incrementale per remunerare i soci o attraverso dividendi o attraverso l'acquisto di azioni proprie. Ulteriori elementi di appeal, secondo Bank of America, possono essere la valorizzazione delle attività norvegesi e l'avanzamento del giacimento Zohr.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti