Professioni

Enpab-biologi, il bilancio chiude con un patrimonio che sfiora i 110 milioni

L’utile d’esercizio è di 13,3 milioni e il Fondo di riserva sale a 52,7 milioni.

di Federica Micardi

L’utile d’esercizio è di 13,3 milioni e il Fondo di riserva sale a 52,7 milioni.


2' di lettura

I biologi italiani anche nel 2018 hanno registrato un aumento delle entrate professionali del 3,7%, che si attesta al 14% se si considerano gli anni dal 2015 al 2018, contro un aumento medio per i professionisti del 4,8% nello stesso quadriennio. Questo dato viene riportato nel bilancio a consuntivo 2019 approvato il 30 giugno dall’Enpab, l’ente di previdenza dei biologi. Bilancio che chiude con un patrimonio netto pari a 109,77 milioni (era di 97,1 milioni l’anno precedente), e un utile di esercizio pari a 13,3 milioni.
Le entrate contributive sono state di 62,4 milioni, più 10,7% rispetto all’anno precedente; le pensioni erogate ammontano a 5,5 milioni (più 22,4%); Enpab ha inoltre erogato prestazioni previdenziali e assistenziali per circa 2 milioni, in aumento del 6% rispetto all’anno precedente.

Rendimenti
I rendimenti netti annui sono stati di 18.488.797 euro e la rivalutazione dei montanti è stata di 8.912.167 euro, il fondo di riserva, grazie all’accantonamento nel di 9.576.630 euro sale a 52,7 milioni.

Obiettivi futuri
La prossima sfida, secondo il presidente dell’Enpab Tiziana Stallone è quella di accrescere i volumi di affare e i redditi professionali e colmare il divario ancora sensibile tra che esiste tra uomini e donne. Su questo fronte va segnalato che la crescita delle entrate delle biologhe tra il 2015 e il 2018 per la prima volta è stata del 17% a fronte di un aumento dell’8% registrato dai colleghi (su questo risultato pesa la riduzione del 2% registrata nel 2016 dai biologi contro un più 3% delle biologhe). Nel dettaglio il reddito medio del 2018 è di 17.797, se si guarda invece al reddito per genere, quello medio delle biologhe è stato di 15.762 contro i 22.962 degli uomini; nel 2015 questa differenza era 14.124 euro donne e 20.804 euro uomini.

La platea
Le donne rappresentano più del 74% della componente degli iscritti all’Enpab (16.482 nel 2018Enpab-biologi, il bilancio 2019 chiude con un patrimonio che sfiora i 110 milioni n crescita del 5%) tranne nella fascia dai 65 in poi dove la rappresentanza maschile supera in 60%. Tra le iscritte donne la classe di età maggiormente rappresentata è quella dai 30 ai 34 anni e il 59% delle iscritte ha un’età compresa tra i 30 ed i 45 anni.

Il rapporto tra iscritti attivi e pensionati è di 1/12 e le pensioni erogate nel 2019 dall’ente sono state: 1.368 pensioni di vecchiaia, (per 780 uomini e 588 donne), 47 pensioni in totalizzazione, 28 pensioni in cumulo, 140 pensioni indirette, 56 pensioni di reversibilità, 11 pensioni di inabilità̀ e 28 assegni di invalidità.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti