Ospitalità «ibrida»

Entro il 2023 The Student Hotel aprirà a Roma San Lorenzo

Chiuso l’accordo per il 5° hotel in Italia con l'acquisizione del sito storico ex Dogana che porterà nella capitale il concetto “ibrido” di ospitalità su 21mila mq. Un investimento da 90 milioni di euro che porta a 450 milioni il totale sul mercato italiano

di Laura Cavestri

Il rendering di TSH San Lorenzo a Roma

I punti chiave

  • Il concetto di ospitalità «ibrida»
  • L’investimento e lo sviluppo

2' di lettura

The Student Hotel sbarca nella capitale. Entro la fine del 2023, il Gruppo aggiungerà San Lorenzo alla sua rete crescente di proprietà “ibride” in Italia. Con l’acquisizione del sito storico Ex Dogana nell’area di San Lorenzo, a Roma, l’investimento totale di TSH Group nel mercato italiano raggiunge i 450 milioni di euro. Il nuovo hotel aprirà le porte in uno dei più autentici quartieri di Roma, sede di una delle più grandi università e comunità studentesca d’Europa.

Il concetto di ospitalità «ibrida»

Si conferma il concetto “ibrido” di ospitalità di The Student Hotel, progettato per accogliere studenti, turisti, vicini di quartiere e imprenditori con lo scopo di apprendere, alloggiare, lavorare e divertirsi, sotto ad un unico tetto.
«Siamo molto entusiasti di aver firmato questo accordo e non vediamo l’ora di aprire le nostre porte in quella che forse è la città più famosa al mondo – ha detto Charlie MacGregor, ceo e fondatore di TSH –. Abbiamo dato inizio alla nostra avventura con il nostro primo hotel a Firenze nel 2018 e lo scorso ottobre abbiamo inaugurato con successo TSH Bologna, nonostante i difficili tempi dovuti al Covid. Siamo lieti di portare la nostra idea di comunità a Roma e ci auguriamo un impatto positivo sul quartiere di San Lorenzo».

Loading...

L’investimento e lo sviluppo

Con un investimento di circa 90 milioni di euro nella città di Roma, TSH San Lorenzo si svilupperà in una struttura ibrida di 21mila mq, comprensiva di 444 stanze per studenti, ospiti hotel e giovani professionisti, nonché spazi per il co-working, meeting ed eventi, nei quali ospiti di ogni tipo possano incontrarsi e scambiarsi idee. Inoltre, il progetto prevede numerose aree verdi e aree dedicate allo sport, ad eventi e ad attività ricreative, che saranno completamente aperte e accessibili al pubblico.

«Questo investimento mostra la fiducia che riponiamo nelle prospettive future del mercato italiano e in una città così importante come Roma, nonostante il difficile momento che stiamo affrontando – ha affermato Edoardo Volpi, head of Investments Italy di TSH –. Il nostro obiettivo è quello di offrire un contributo positivo al processo di rigenerazione culturale e urbano già in atto e diventare parte integrante della comunità».
«Con questo sviluppo – ha concluso Andrea Tota, head of Real Estate development Italy –speriamo di innescare una rigenerazione virtuosa che porti al massimo del suo valore un’area di Roma ad alto potenziale».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati