piazza affari

Equita al debutto in Borsa sul mercato Aim scatta a +9,3%

di Paolo Paronetto

(Imagoeconomica)

2' di lettura

Esordio brillante per Equita sul mercato Aim di Borsa Italiana (dedicato alle Pmi). I titoli della società hanno avviato le contrattazioni in rialzo del 9,3% a 3,17 euro. Durante la cerimonia di ingresso a Piazza Affari, il presidente di Borsa Italiana Andrea Sironi ha ricordato che Equita ha stabilito «il record assoluto di raccolta sull'Aim se si escludono le Spac, 45 milioni con richieste da 80 investitori italiani e del resto del mondo». «Abbiamo posto le basi per il nostro futuro - ha commentato l'a.d. di Equita Andrea Vismara - siamo ottimisti e fiduciosi che potremo continuare a crescere e a dare soddisfazioni ai nostri stakeholder, per noi l'Ipo è solo l'inizio». Il presidente Francesco Perilli da parte sua ha ringraziato, tra gli altri, «le aziende che ci hanno affidato le loro operazioni straordinarie, dalla più semplice alle più complicate e coraggiose e qui saluto Urbano Cairo», ha concluso rivolgendosi all'editore seduto in prima fila insieme a molti altri esponenti della finanza italiana, a partire dall'a.d. di Mediobanca Alberto Nagel.

Vismara: entrati 3-4 grossi soci, Nextam sopra il 5%
Tre-quattro grossi investitori sono entrati nel capitale di Equita in occasione dello sbarco della società sul mercato Aim di Borsa Italiana. Lo hanno spiegato i vertici durante la cerimonia di avvio delle negoziazioni. «Uno è sopra la soglia rilevante del 5%, si tratta di Nextam Partners e penso sarà l'unico», ha sottolineato l'a.d. Andrea Vismara. Due terzi degli investitori entrati in Ipo sono italiani, ha aggiunto, e in generale «sono tutti investitori di altissima qualità, quelli che noi chiamiamo long only, interessati a investimenti di medio termine».

Loading...

Sironi (Borsa italiana): Equita “90esima società che si quota su Aim Italia”
Quella attuale «è veramente una congiuntura ideale per Borsa Italiana, sia per fattori economici sia per le misure messe a punto dal Governo, come i Pir, che mostrano sensibilità verso l'esigenza delle Pmi di raccogliere capitale sul mercato». Lo ha notato il presidente di Borsa Italiana, Andrea Sironi, intervenendo alla cerimonia di avvio delle negoziazioni di Equita. Si tratta, ha notato Sironi, della «90esima società che si quota su Aim Italia, la 21esima del 2017. Da inizio anno sono state ammesse 33 società sui mercati di Borsa Italiana e raccolti 4,5 miliardi di cui uno su Aim», ha aggiunto. Ora, ha proseguito, «il 2018 si prospetta anch'esso come anno molto dinamico» e «ci auguriamo che questo contesto ideale sia sfruttato al meglio da tutti gli operatori, da tutte le aziende». «Il nostro obiettivo è rendere l'accesso al mercato dei capitali qualcosa di ordinario e non di straordinario come è stato in passato in Italia», ha concluso, ammettendo di avere «attese importanti per le misure di incentivazione fiscale alle aziende che si quoteranno» previste dalla nuova legge di bilancio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti