sostegno alle imprese

Equity crowdfunding, in 6 mesi raccolti 25,4 milioni di euro

Dal 2014 a oggi 258 campagne chiuse con successo e 80,8 milioni di raccolta, secondo i dati di CrowdfundingBuzz. Giudici: «L’ecosistema sta maturando»

di A.Mac.


default onloading pic

2' di lettura

Dopo un 2018 da record, il primo semestre del 2019 sembra promettere bene per il mercato dell’equity crowdfunding italiano: dal 1 gennaio al 30 giugno 2019 sono state finanziate 65 campagne sulle 9 piattaforme più attive e raggiunti 25,4 milioni di euro di raccolta. In questo scenario, Mamacrowd fa da traino alla crescita: è la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per capitale raccolto (7,1 milioni di euro).

L’equity crowdfunding si sta imponendo come innovativo modello di raccolta di capitali dedicato alle aziende in cambio di quote societarie, permettendo anche ai privati di diventare facilmente investitori. Dal 2014 ad oggi si parla - secondo i dati di CrowdfundingBuzz di 258 campagne chiuse con successo e 80,8 milioni di euro di capitale raccolto. Nel solo 2018 si sono registrate poco meno della metà - 114 - delle campagne complessive per un ammontare di raccolta di 36 milioni. Nel primo semestre di quest’anno la conferma del trend: 8.513 persone hanno investito 25,4 milioni di euro.

In questo scenario, Mamacrowd fa da traino alla crescita: parte del network SiamoSoci e autorizzata Consob, è la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per capitale raccolto (oltre 22 milioni di euro in totale), per campagne chiuse (57), per success rate (+90%) e per numero di investitori (oltre 7.000). Nel primo semestre 2019 i progetti online sulla piattaforma di Mamacrowd hanno raccolto complessivamente 7,1 milioni di euro (28% rispetto all’intero mercato), con una crescita del 63% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, coinvolgendo 2.931 investitori (35% rispetto all’intero mercato).

Crowdfunding, come si fa una campagna di successo

“Il successo dell'equity crowdfunding può essere ricercato principalmente in un ecosistema che sta maturando e crescendo nel suo insieme: startup sempre più strutturate, attori dell'ecosistema sempre più esperti, un contesto normativo che si sta evolvendo verso una direzione fortemente incentivante”, spiega Dario Giudici, ceo di Mamacrowd.com. “Gli investitori puntano sull'equity crowdfunding perché è uno strumento molto flessibile e semplice che risponde in modo preciso all'esigenza di diversificare la strategia di investimento: attraverso Mamacrowd l'investitore ha la possibilità di visionare un numero elevato di opportunità di investimento pre-selezionate e avere un'ampia visione del panorama italiano e delle sue diverse opportunità. Lato startup e Pmi invece, l'equity crowdfunding rappresenta un canale efficiente per poter finanziare i propri piani d'impresa: consente all'imprenditore di patrimonializzare la propria azienda, migliorando il rating e quindi facilitando un successivo accesso al credito”.

Da segnalare il record assoluto di raccolta per la campagna di StartupItalia: il progetto che trasformerà la media company in una rampa di lancio per l’innovazione e le startup ha infatti raggiunto 2 milioni di euro in due mesi e infine chiuso con 2,7 milioni di euro di adesioni, raggiungendo il 570% di overfunding e il record di aderenti coinvolti in un’unica campagna: 2.261. Grazie ai fondi ottenuti e a una joint venture con Marco Montemagno, StartupItalia creerà un grande hub dedicato all’innovazione, alle professioni del futuro e alla nuova imprenditoria in Italia.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...