ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNomine

Ercole Botto Poala è il nuovo presidente di Confindustria Moda

L’amministratore delegato di Reda, tra i più importanti lanifici italiani, prende il posto di Cirillo Marcolin: «Dobbiamo affrontare come sistema le sfide della sostenibilità, digitalizzazione e internazionalizzazione»

di Giulia Crivelli

 Ercole Botto Poala

2' di lettura

Presentata nel 2017 e pienamente operativa dal 1° gennaio 2018, Confindustria Moda ha eletto il suo terzo presidente, dopo Claudio Marenzi (oggi al vertice di Pitti Immagine) e Cirillo Marcolin, entrambi imprenditori, dell’abbigliamento il primo, dell’occhialeria il secondo. Il loro successore è Ercole Botto Poala, amministratore delegato di Reda, tra i più importanti lanifici italiani.

La scelta dei presidenti prevede un’alternanza tra rappresentanti di parti diverse del complesso settore Tma (tessile-moda-accessorio), anche chiamato sistema moda allargato, che nel 2019 aveva sfiorato i cento miliardi di fatturato, cifra in parte recuperata nel 2021 e 2022. Per il secondo semestre si stima un’ulteriore crescita del 16% e i dati sulla produzione e sull’export della prima parte dell’anno confermano l’importanza del sistema moda per il Pil del nostro Paese. Confindustria Moda ha “solo” quattro anni, ma moltissimi di più se si guarda alle associazione che hanno deciso di federarsi: Sistema moda Italia (Smi), Assopellettieri, Assocalzaturifici, Anfao (occhiali), Federorafi e Unic (conceria).

Loading...

«Dopo i duri anni della pandemia, il Tma sta tornando a ricoprire il ruolo di uno dei principali motori dell’economia italiana e quindi di primo contributore della bilancia commerciale del Paese – ha sottolineato Botto Poala –. Le sfide che ci attendono, sostenibilità, digitalizzazione e internazionalizzazione, possono essere affrontate solo lavorando in maniera unitaria, come sistema».

«Ercole è la persona ideale per guidare Confindustria Moda verso una coesione sempre più forte e fattuale», ha commentato Marcolin. Il cambio al vertice di Confindustria Moda era atteso, mentre sono arrivate a sorpresa le dimissioni di Siro Badon da presidente di Assocalzaturifici. L’imprenditore, eletto al vertice dell’associazione nel giugno 2019, ha rimesso ieri il mandato «per motivi familiari e professionali, legati al carico lavorativo della sua azienda, che gli impediscono di continuare ad assicurare una presenza costante nell’associazione».

Nel prossimo numero di Moda24 in edicola venerdì la prima intervista a Ercole Botto Poala, nuovo presidente di Confindustria Moda.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti