ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’esperto risponde

Eredità, in assenza di testamento scatta la successione legittima

L’attribuzione agli eredi avverrà secondo le quote indicata dal legislatore (ex articolo 581 del Codice civile): un terzo al coniuge e due terzi ai figli

di Vincenzo Pappa Monteforte

2' di lettura

Domanda. Una famiglia è composta dai genitori e da tre figli. Il patrimonio è composto dall'abitazione (cointestatatra i coniugi al 50 per cento) e da depositi bancari (anch'essi cointestati tra i coniugi). I genitori potrebbero evitare di redigere testamento e, nel caso di decesso di un di loro, fare una suddivisione che rispetti le prescrizioni di legge concordata tra gli eredi (per esempio, l'abitazione rimane al coniuge superstite e i depositi bancari vengono sostanzialmente suddivisi tra i figli), e comunque in modo tale che alla fine ciascuno degli eredi riceva la quota prevista per legge? Questa soluzione sarebbe praticabile oppure, in assenzadi testamento, sia la casa che i depositi bancari andrebbero divisi necessariamente rispettandole quote di legge?
G.C. - Firenze

Risposta. In assenza di disposizioni testamentarie si apre la successione legittima, con attribuzione agli eredi delle quote indicate dal legislatore (nel nostro caso, ex articolo 581 del Codice civile, 1/3 al coniuge e 2/3 ai figli). Conseguenza immediata di tale scelta è la nascita, all'apertura della successione, di una comunione ereditaria tra gli aventi causa dal defunto. Solo attraverso un atto di divisione si potrà ripartire il patrimonio secondo la prospettazione fatta dal lettore. Nella fattispecie in esame, comunque, stante la contitolarità dei beni tra i coniugi, se si dovesse optare per una successione testamentaria, ognuno dei due redigerà un documento di ultima volontà da pubblicare al momento del decesso. La quantificazione dei costi dev'essere fatta dal notaio di fiducia,nella consapevolezza che il rispetto delle quote di legge impedirà, a monte, qualsiasi contestazione tra gli eredi.

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L’Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 5 settembre.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti