ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCOMPAGNIE AEREE

Ernest Airlines, la low cost italiana con capitali svedesi

Il fondatore Persson si è arricchito vendendo il suo videogioco Minecraft alla Microsoft

di Mara Monti


default onloading pic

2' di lettura

È l’ultima start up dei cieli, nata in Italia ma con capitali svedesi, fondata dal miliardario Markus Persson un giovane trentenne diventato ricco vendendo l’App Minecraft alla Microsoft per più di un miliardo di dollari. Dopo avere acquistato lussuose ville nelle zone più esclusive in giro per il mondo, l’ex giovane nerd oggi quarantenne, ha deciso di buttarsi di nuovo nel mondo degli affari, questa volta aeronautici, insieme all’amico e co-fondatore di Minecraft e di Ernest Airlines, Jakob Pòrser.

Nel 2015 con un gruppo di amici e soci italiani , tutti giovani imprenditori nel mondo tech, ha fondato Ernest Airlines, dal nome del nonno, compagnia low cost operativa dal 2017, specializzata all’inizio sui voli dall’Italia per l’Albania per poi allargare il suo network all’Ucraina e alla Romania. La crescita del vettore che ha sede a Milano e impiega 70 persone, è stata lenta, ma costante: con una flotta di quattro Airbus A319/320, in arrivo il nuovo Airbus 320neo e altri 3 A320 nel 2020, oggi ha collegamenti giornalieri su Kyiv, Lviv, Kharkiv e Odessa in Ucraina e Tirana in Albania da 9 città italiane, Milano, Bergamo, Roma Napoli Pisa, Bologna, Verona, Venezia, Genova. Al via anche il nuovo collegamento settimanale Napoli-Tirana.

«Finora i risultati sono andati oltre le nostre aspettative e quest’anno ci aspettiamo di fare volare 800mila passeggeri con l’obiettivo di arrivare ad un milione entro il prossimo anno – spiega Ilza Xhelo, co-fondatrice e Chief Commercial Officer, una lunga esperienza nel settore aeronautico dove ha ricoperto la carica di direttore commerciale per Bell Air Europe–. Di fatto siamo operativi dal 2017, ma puntiamo a raggiungere già quest’anno il break even».

Il co-fondatore e communication director è David Girhammar con un passato nel settore fashion dove ha lavorato per Giorgio Armani, mentre presidente e co-fondatore è Chady El Tanniz, italiano con origini libanesi, tutti con alle spalle un sostenitore di alto profilo come Jakob Purser, uno dei co-fondatori di Minecraft, nonché di Ernest Airlines. Idee e risorse non mancano a questa nuova compagnia che vanta una delle flotte più giovani del settore, con soluzioni tecnologiche innovative come la possibilità di pagare il biglietto aereo con Amazon Pay. Ora è decisa a fare il salto di qualità e allargarsi anche al settore turistico. «Siamo interessati a crescere in quelle nicchie di mercato non coperte dai colossi del low cost come Ryanair e EasyJet», continua il direttore commerciale. Per fare questo, Ernest ha stretto un’alleanza commerciale in code sharing con Pobeda Air, la compagnia low cost della russa Aeroflot. Crescere nell’Europa dell’Est e nel Nord Europa è una delle priorità del vettore che ha perso l’occasione di lanciare il collegamento Stoccolma-Milano occupato ora da un altro vettore. «La nostra attenzione alle esigenze del cliente è una delle nostre priorità -conclude Ilza Xhelo -. Tuttavia, la nostra più importante sfida è diventare la prima compagnia aerea low cost italiana».

@MaraMonti2

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti