ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLe nuove regole

Esame di terza media, ecco come cambia

Interessati circa 500mila studenti. La prova consiste in un orale in presenza (virus permettendo), che parte dalla discussione di un elaborato, con argomento è assegnato dal consiglio di classe

di Cl.T.

Covid, Speranza: stop a scuola in presenza nelle zone rosse

3' di lettura

L’emergenza Covid e l’andamento a singhiozzo delle lezioni, tra presenza e Dad, costringe il ministero dell’Istruzione a semplificare anche l’esame di terza media per i circa 500mila ragazzi interessati. La campagna vaccinale è ancora troppo lontana per correre altri rischi.

Alla stregua della maturità, anche l’esame di licenza avrà una prova orale, in presenza, che partirà dalla discussione di un elaborato il cui argomento sarà assegnato agli studenti dal consiglio di classe nei mesi che precedono l’esame stesso, affinché possano curarne attentamente gli sviluppi, affiancati da un loro insegnante. Alle superiori l’elaborato riguarderà le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi.

Loading...

L’orale in presenza entro il 30 giugno

L’esame di terza media si svolgerà in presenza (fatte salve disposizioni diverse connesse all’andamento della situazione epidemiologica) nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2021. La prova prevede un orale a partire dalla discussione di un elaborato su una tematica che sarà assegnata a ciascun alunno dal consiglio di classe entro il prossimo 7 maggio. L’elaborato sarà poi trasmesso dagli alunni al consiglio di classe entro il successivo 7 giugno.

Licenzia media, le novità dell’esame

L'Esame di terza media prevede una prova orale a partire dalla discussione di un elaborato su una tematica che i Consigli di classe assegneranno, tenendo conto delle caratteristiche personali di ciascuna studentessa e di ciascuno studente, entro il prossimo 7 maggio. L'elaborato sarà trasmesso alla commissione entro il 7 giugno. I docenti seguiranno i singoli alunni, suggerendo la forma di elaborato più idonea e accompagnandoli durante la stesura.

L'elaborato potrà essere scritto, in forma multimediale, potrà essere una produzione artistica o tecnico-pratica e coinvolgere una o più discipline.

La votazione finale resta in decimi. Si potrà ottenere la lode. L'ammissione all'Esame sarà deliberata dal Consiglio di classe. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che comunque si terranno, non sarà requisito di accesso. Quanto al requisito della frequenza, previsto per i tre quarti dell'orario individuale, saranno, come previsto dalla normativa, i collegi docenti a introdurre le eventuali deroghe, tenuto conto delle specifiche situazioni anche dovute all'emergenza pandemica.

La struttura dell’elaborato

L’elaborato consisterà in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe. Potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione multimediale, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica. Coinvolgerà una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi. I docenti accompagneranno gli studenti, supportandoli e consigliandoli, nel corso della realizzazione dei loro elaborati. Sarà un percorso condiviso che consentirà a ciascuno di esprimere quanto appreso.

Marina Timoteo, ordinario di diritto comparato all'università di Bologna e direttore di AlmaLaurea dal 2015, ci aiuta a delimitare l'ambito della ricerca: «Il bisogno di superare divari, che si esprime a livello sociale, territoriale e di genere, si manifesta - spiega - sempre più anche nei confronti delle separazioni che mantengono distanti i saperi». Porta l'esempio della sostenibilità: «Studi recenti sulle green skills – aggiunge – riconoscono che queste abilità sono espressione di un sapere multidisciplinare legato alle specifiche caratteristiche delle tecnologie verdi e dei processi di green innovation, che sono appunto l'esito di processi di combinazione delle conoscenze».

Scuola: cosa c’è da sapere

Maturità di 60 minuti: Il ministero dell'Istruzione pubblica l'ordinanza. L'esame, che parte il 16 giugno, avrà una prova orale, in presenza, che partirà dalla discussione di un elaborato sulle materie d'indirizzo

Start: il podcast del Sole 24ORE in questa puntata è dedicato alla spiegazione della maturità punto per punto. Segui tutte le puntate

Cosa dice il ministro. “Il periodo della pandemia sicuramente porta una riflessione a 360 gradi, che coinvolge prima di tutto i nostri rapporti, interpersonali, ma anche il rapporto di noi con i beni culturali, con il nostro patrimonio culturale”. Così Cristina Manetti, presidente dell'Unione fiorentina Museo Casa di Dante. Guarda il video

Ecco come funzioneranno i voti

Nel corso della prova orale saranno accertati i livelli di padronanza della lingua italiana, delle competenze logico matematiche, delle competenze nelle lingue straniere e delle competenze in educazione civica. La valutazione finale sarà espressa con votazione in decimi. Sarà possibile ottenere la lode.

L'effetto della contaminazione, sempre a giudicare dai numeri di AlmaLaurea, è evidente. A 5 anni dal titolo tutti i laureati in ambito umanistico, da un lato, completano gli studi più frequentemente in corso e con voti più alti e, dall'altro, svolgono più frequentemente periodi di studio all'estero e tirocini curriculari.

Borsa, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor

I risultati sul piano occupazionale si vedono: il tasso di occupazione dei laureati biennali umanistici del 2014, a 5 anni, è dell'86% rispetto al 81,9% dei corsi tradizionali; per trovare lavoro impiegano 6,7 mesi anziché 8 dall'inizio della ricerca; percepiscono una retribuzione superiore (1.382 euro di media contro 1.298) e, infine, riescono a strappare un contratto a tempo indeterminato nel 52,7% dei casi (e non nel 42% solito).

Come è decisa l’ammissione all’esame

L’ammissione all’esame sarà deliberata dal consiglio di classe. Con riferimento alla necessità di aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato potranno essere disposte deroghe da parte del consiglio stesso, tenuto conto delle specifiche situazioni dovute all’emergenza epidemiologica. Nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, il consiglio di classe potrà deliberare, con adeguata motivazione, la non ammissione all’esame.

Con un'ultima annotazione interessante sulle prospettive di carriera, che non si limitano più all'insegnamento, dove generalmente finisce per lavorare il 44,7% dei laureati umanistici. In presenza di un titolo di studio contaminato con esami scientifici, prende la strada della cattedra meno di un quarto degli interessati.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti