Meccatronica

Esautomotion accelera, piace piano espansione in Cina

di Stefania Arcudi

(Agf)

1' di lettura

A Piazza Affari vola più del 10% il titolo di Esautomotion, holding operativa del gruppo Esa attivo nel settore della componentistica meccatronica ad alta precisione per macchine industriali. Gli investitori premiano il piano di espansione in Cina, il mercato a più alto tasso di crescita mondiale per le nicchie in cui la società opera. Esautomotion sale del 10,11% a 3,865 euro per azione, il massimo di seduta. La società si è quotata sull'Aim il 6 luglio con un prezzo iniziale di 2,9 euro per azione e si è subito portata in area 3,8 euro, con un rialzo ad oggi del 33,3%, complice anche il rafforzamento della squadra manageriale di alcuni giorni fa. Esautomotion punta a crescere ancora, anche attraverso l'espansione in Cina, dove è già presente. Per questo, l'amministratore delegato Gianni Senzolo ha avviato il processo di trasformazione della filiale Esautomotion di Shanghai da commerciale a unità manifatturiera, dopo avere identificato il sito produttivo, ordinato i macchinari e avviato la selezione del relativo personale. Inoltre, è stato acquisito un nuovo cliente, Abh Laser, azienda cinese produttrice di macchine per il taglio laser. La decisione «conferma la bontà della nostra strategia e lo sviluppo e la crescita dimensionale di Esautomotion, già evidente dal +30% di crescita di fatturato registrato nel primo trimestre dell'anno in corso e dagli ottimi segnali che vengono dai nostri mercati di riferimento», ha detto Senzolo. Secondo gli analisti di una primaria Sim milanese «l'operazione è positiva», vista anche l'importanza del cliente acquisito.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti