ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBorse

Universal Music, Ipo da rockstar ad Amsterdam: vale 45 miliardi di euro

La major californiana controllata da Vivendi vola al primo giorno di quotazione. Agli azionisti del gruppo francese il 60% della società

di Andrea Fontana

Gli 80 anni di Bob Dylan, una leggenda della musica contemporanea

2' di lettura

Balzo superiore al 30% all’esordio alla Borsa di Amsterdam(AEX) per Universal Music Group, la major discografica americana scorporata da Vivendi che assegnerà ai suoi azionisti il 60% delle azioni. A fronte di un prezzo di riferimento fissato in 18,50 euro, le quotazioni hanno segnato un prezzo di apertura di 25,25 euro con un rialzo del 35% circa per poi toccare anche un massimo a 26,45 euro. La capitalizzazione di Borsa, che era di 33,5 miliardi di euro sui valori del collocamento, è salita a 45,5 miliardi di euro. A Parigi intanto Vivendi, che conserva il 10,13% di Umg, perde il 65% rispetto al prezzo di chiusura della seduta precedente e il 15% rispetto al valore post stacco delle azioni Umg.

In una nota il gruppo francese spiega che, alla luce del prezzo di apertura di 25,25 euro, viene confermata la distribuzione in natura delle azioni Umg agli azionisti di Vivendi nel rapporto di una azione Umg ogni azione Vivendi con data di stacco fissata per martedì 21 settembre e regolamento dell’operazione il 23 settembre. Il numero di azioni distribuite rappresenta il 59,87% del capitale e Vivendi conserverà il 10,13% di Umg. Il valore totale della distribuzione si compone di 5,3 miliardi di euro, pari a 4,89 euro per azione Vivendi, di dividendo speciale da distribuzione delle riserve e 22,098 miliardi (20,36 euro) di acconto sul dividendo relativo agli utili al 30 giugno come stabilito dal management lo scorso 14 settembre.

Loading...

Ricavi per 7,4 miliardi nel 2020, quest'anno ulteriore crescita

Nell’esercizio 2020 Universal Music ha realizzato ricavi per 7,4 miliardi di euro (7,15 nel 2019) e un utile da 1,36 miliardi. Nel primo semestre del 2021 il fatturato è ulteriormente aumentato e ha raggiunto i 3,8 miliardi di euro (+17,3%) e Umg ha raggiunto diversi nuovi accordi soprattutto con il mondo social con partner come Tik Tok, Snap e Triller.Nel corso del 2020 Vivendi ha avviato il processo di scorporo e vendita dell’asset in tre fasi: un accordo con un consorzio guidato da Tencent Music Entertainment per vendere in due tranche il 20% sulla base di una valutazione di Umg di 30 miliardi di euro, comprensiva dell’indebitamento, da cui ha incassato circa 5,7 miliardi; il progetto di distribuzione ai suoi azionisti del 60% del capitale di Universal; la vendita in estate di un ulteriore 10% a Pershing Square del miliardario Bill Ackman per altri 3,5 miliardi di euro.

Lunghissimo l'elenco degli artisti in attività sotto le etichette discografiche del gruppo Universal (Lady Gaga, Justin Bieber, Eminem) così come i cataloghi dei "mostri sacri" della musica pubblicati dalla casa californiana (dai Beatles a Elton John, ai Rolling Stones, Steve Wonder, Queen, Bob Marley e U2). Nel 2020 l'acquisto dei diritti sul catalogo di Bob Dylan.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti