Ambiente e gdo

Esselunga accelera sulla sostenibilità

La nuova generazione di bottiglie d’acqua «private label» del colosso della grande distribuzione prodotte con il 50% di Pet riciclato

di Enrico Netti

default onloading pic
(Stefano Capra)

La nuova generazione di bottiglie d’acqua «private label» del colosso della grande distribuzione prodotte con il 50% di Pet riciclato


1' di lettura

Esselunga avvia il progetto per rendere più sostenibile le bottiglie d’acqua con il proprio brand utilizzando il 50% di Pet riciclato e lancia un nuovo progetto che rende più agevole la fase di riciclo della plastica. La nuova generazione di bottiglie non è più vincolata ai classici colori verdi e blu ma ora tutta è trasparente. Una scelta che renderà ancora più semplice il riciclo dei contenitori. In media in un anno Esselunga vende 80 milioni di bottiglie d’acqua «private label» e, con il passaggio ad una confezione rPet al 50%, limite massimo permesso dalla legge italiana, taglierà di oltre mille tonnellate l’uso di Pet vergine. Lo stesso rPet al 50% viene utilizzato per le bottiglie di latte a marchio Esselunga mentre con la plastica Tetra
Rex Bio-Based vengono confezionate i prodotti della linea «Pronti in tavola». La catena confeziona in packaging compostabile e/o riciclabile anche circa 150 articoli ortofrutticoli freschi. In alcuni punti vendita, si tratta di quelli di Brescia Triumplina, Parma Emilia Ovest, Parma Traversetoloo e Lido di Camaiore, sono anche presenti i primi ecocompattatori per bottiglie in Pet. Un altro passo per creare una catena modello del riciclo.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti