Fase2 -settori Vitali

Essilorluxottica, forti segnali per una ripresa concreta

In aprile il fatturato segna ancora una contrazione ma il gruppo ha una solida situazione patrimoniale con 4,9 miliardi di euro e nei mercati asiatici le vendite stanno ripartendo

di Lucilla Incorvati

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

In aprile il fatturato segna ancora una contrazione ma il gruppo ha una solida situazione patrimoniale con 4,9 miliardi di euro e nei mercati asiatici le vendite stanno ripartendo


3' di lettura

Buone nuove per il settore dell'ottica, tra i primi a ripartire dopo la crisi provocata dalla pandemia. Le previsioni arrivano dal Gruppo Essilorluxottica, leader mondiale. Se anche in aprile il fatturato è diminuito , «le prime esperienze dei paesi nei quali si inizia a riaprire sono incoraggianti e ci dicono che quando la crisi si attenuerà, ci sarà un aumento della domanda che noi saremo pronti a soddisfare» - hanno sottolineano Francesco Milleri, amministratore delegato e vice-
presidente di Luxottica, e Paul du Saillant, amministratore
delegato di Essilor. «Il mercato sta affrontando una crisi senza precedenti e la nostra risposta in questa fase, come azienda di riferimento del
settore, è stata guidata dal senso di responsabilità verso tutti
coloro che fanno affidamento sulla nostra società» hanno aggiunto.
Per il gruppo resta solida la situazione patrimoniale con 4,9 miliardi di eruro di liquidità e investimenti a breve termine già focalizzati.


Impegno sociale in fase Covid. Nel rispondere all'emergenza, la priorità di EssilorLuxottica è stata quella di garantire la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti. La Società ha rafforzato l'infrastruttura IT per permettere a dipendenti, partner e consumatori di interagire in remoto e per adottare una nuova politica di smart working sicura ed efficace. Inoltre, ha lanciato un fondo da 100 milioni di Euro per sostenere i dipendenti in difficoltà e le loro famiglie, e adottato interventi di supporto al reddito dei lavoratori più esposti alla crisi nelle fabbriche e nei negozi. La Società ha inoltre donato oltre due milioni di dispositivi di protezione individuale tra cui occhiali protettivi e mascherine a ospedali, istituzioni pubbliche, dipendenti e partner nei territori in cui opera.

Prospettive per il settore.A trainare il settore c’è una domanda costante e in alcuni paesi in decisivo aumento: il bisogno essenziale di migliorare la vista è strutturale e ci si aspetta alimenti la domanda rimasta inespressa quando la crisi si attenuerà, portando il business ottico ad essere uno dei primi settori a ripartire. A queste attese si aggiunga anche il fatto che le vendite online hanno registrato un'accelerazione nel mese di marzo, quando hanno raggiunto il 7% del fatturato della società, contro il 5% sull'intero trimestre, e sono ulteriormente aumentate ad aprile. Nei primi paesi che hanno riaperto, le vendite di prodotti ottici sul mercato interno hanno riacquistato slancio dalla fine di marzo. In Cina, in particolare, le vendite di lenti da vista sul mercato interno sono tornate a crescere rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a partire dalla fine di aprile, nonostante il totale fatturato sia ancora in contrazione. La società è pronta ad un'ampia ripresa grazie a una pipeline di prodotti innovativi per i propri marchi che ben si adattano al mutato contesto.

Nuovi step per integrazione Essilor Luxottica.Da un punto di vista societario procede l'integrazione tra Essilor e Luxottica, anche se alcuni progetti sono stati posticipati. Nonostante l'emergenza, sono proseguite le attività nell'ambito di numerosi progetti di integrazione, inclusa la creazione di un'unica piattaforma IT e di un unico network di laboratori lenti per tutta la società. Alcuni progetti di sinergie in termini di ricavi sono stati temporaneamente posticipati, come l'introduzione delle lenti Essilor all'interno della rete di negozi retail della società o l'offerta di prodotti vista a marchio Ray-Ban. Tuttavia, il mutato contesto ha offerto anche l'opportunità di una più profonda collaborazione tra Essilor e Luxottica in molti ambiti, dagli acquisti alla gestione dei grandi clienti, dai protocolli di vendita condivisi a una più profonda integrazione delle piattaforme online.
com-emi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti