AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùocchialeria

Essilorluxottica in cerca di direzione dopo i numeri sulle vendite del terzo trimestre

Nel periodo luglio-settembre il fatturato ha recuperato rispetto ai mesi precedenti, ma rimane debole sul confronto annuo. Rimane il rebus pandemia che fa slittare a dicembre la decisione sul dividendo

di Eleonora Micheli

(REUTERS)

2' di lettura

Essilorluxottica in cerca di direzione nel giorno della diffusione dei dati sulle vendite del terzo trimestre e dopo la conference call con gli analisti.
Il gruppo di occhialeria ha chiuso il periodo luglio-agosto-settembre 2020 con ricavi consolidati pari a 4 miliardi di euro, in calo del 5,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (-1,1% a cambi costanti), evidenziando però una ripresa progressiva rispetto al secondo trimestre 2020. Nei primi nove mesi del 2020 i ricavi consolidati sono stati pari a 10,3 miliardi di euro, con una diminuzione del 21,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-20,0% a cambi costanti). Gli analisti si attendevano un calo delle vendite lievemente più contenuto, anche se la divisione delle lenti è andata meglio delle previsioni.
Nel corso della conference call è stato indicato che l'andamento del business nel mese di ottobre è «solido e positivo» e il management ha espresso fiducia per il futuro, considerando che entro il 2050 i miopi del mondo si spingeranno a 4,5 miliardi di persone. La società ha le spalle larghe per proporre soluzioni per la vista sempre più innovative .

La società, quest'oggi, ha confermato che vanno avanti i lavori di integrazione tra i due gruppi e pertanto sono state confermate le stime di sinergie tra 420 e 600 milioni entro il 2023. Il gruppo, che guarda con fiducia al futuro, deciderà a dicembre se verrà distribuito un dividendo, in funzione del’andamento della pandemia. Sempre nel corso della call è stato indicato che le operazioni di M&A rimangono la strada maestra per la strategia di potenziamento del gruppo. Sul fronte di GrandVision, l'amministratore delegato di Essilor, Paul du Saillant, ha detto che sono stati fatti buoni progressi dinnanzi all'Antitrust europeo. Il manager ha invece fugato la speculazione su un'eventuale revisione dei termini dell'offerta, sulla falsa riga di quanto fatto da Lvmh su Tiffany. «L'operazione è confermata e non cambiata», ha tagliato corto du Saillant.
Equita ha reiterato la raccomandazione di ‘Buy’, individuando un target di prezzo molto più elevato dei cosi di Borsa, a 135 euro. la sim, del resto, aveva già rimosso l’ipotesi che fosse distribuita una cedola, anche se il direttore finanziario, Stefano Grassi, el corso della call ha ricordato che la struttura finanziaria del gruppo e solida e che la capacità di generare cassa è forte. D'altra parte la decisione spetterà al board che si riunirà a dicembre e terrà conto dell'andamento della pandemia.

Loading...

Bernstein ha confermato la raccomandazione di 'Outperform? sulle azioni di Essilux, Secondo Bernstein, sottolineando che il gruppo ha riportato risultati trimestrali robusti., riuscendo a tornare quasi ai livelli dell'anno precedente. Per contro sono stati più critici gli analisti di DZ Bank, che pur apprezzando i numeri sulle vendite del terzo trimestre, hanno puntato l'indice sui possibili impatti della seconda ondata di contagi . Così hanno raccomandato cautela e dato una sforbiciata al target di prezzo, portandolo da 14 euro a 106,5 euro.
(Il Sole 24 ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti