Auto, moto e mobilità: novità e scenari

In arrivo

Estate ricca di novità con le anteprime di Francoforte

di Corrado Canali


default onloading pic

3' di lettura

L’autunno caldo dell’auto partirà con il botto al Salone di Francoforte (12-22 settembre) con molte novità che in questi giorni appaiono in anteprima. La Iaa, Internationale Automobil-Ausstellung, una delle rassegne dell’auto più titolate al mondo, soprattutto perché è da sempre la vetrina privilegiata delle Case made in Germany. Pur con qualche assenza di troppo negli ultimi anni non sono stati molti i costruttori ad aver rinunciato a cuor leggero alla loro presenza a Francoforte anzi alcuni non vedevano l’ora di ritornare.

È il caso di Ford che quest’anno sull’onda di una nuova famiglia di vetture che faranno cambiare “pelle” al brand americano, tornano ad esporre le loro novità in arrivo. Una su tutte, la nuova Puma, denominazione che non indica l’erede del coupé del 1997, ma un inedito suv compatto che sarà disponibile in Europa per fine dell’anno.

La Ford Puma sarà prodotta nella fabbrica rumena di Craiova ed è stata pensata per unire il design dei suv dell’Ovale Blu, ma con un piglio più sportivo. Progettata per gli utilizzatori europei, offrirà un bagagliaio da 456 litri pur mantenendo dimensioni compatte e non sostituirà l’Ecosport, ma si inserirà, infatti, nella gamma Ford come un’ulteriore proposta. Disponibile con motori a benzina e turbodiesel, la Puma come altri modelli annunciati dalla Ford per il prossimo futuro, sarà offerta con una motorizzazione elettrificata.

Sempre in tema di suv, debutterà al Salone di Francoforte la nuova Mercedes GLB che andrà ad inserirsi nella “famiglia” della compatte della “stella” fra la GLA e la GLC quando sarà in vendita da fine anno. La nuova GLB ha un passo più lungo di 10 cm rispetto anche alla Classe B, per un totale di 2.829 mm, per offrire molto più spazio per passeggeri e bagagli. Non a caso a bordo potranno trovare posto fino a sette persone.

Ma veniamo a un altro modello che coinciderà con il ritorno al salone tedesco di un brand, Opel, assente da qualche anno alla rassegna. Il motivo è la nuova Corsa svelata al grande pubblico alla vigilia del lancio delle versioni termiche diesel e in attesa della variante a zero emissioni prevista per il 2020. È tutta un’altra Corsa quella che sbarcherà sul mercato.

L’utilitaria EV del brand entrato a far parte del gruppo PSA condivide, infatti, molto con le “cugine” Peugeot 208 e DS3 Crossback, visto che utilizza la stessa piattaforma. I modelli con motore termico sono prenotabili da luglio con le consegne a fine 2019. Sono quattro in tutto: a benzina c’è 1.200 cc a 3 cilindri da 75 cv o nella variante turbo da 100 e 130 cavalli.

L’unica versione diesel disponibile al lancio è il 1.500 cc turbo da 100 cv. Esteticamente la nuova Corsa riprende molti dettagli introdotti dai recenti crossover di Opel, la Crossland e la Grandland X, così come gli interni offrono lo schermo touch dell’infotaiment che è in posizione rialzata e rivolta a chi guida. Dopo Opel un altro brand “ made in Germany” Bmw sia pure premium che espone al Salone di Francoforte la nuova Serie 1 a pochi giorni dal lancio previsto per il 28 settembre. Disponibile solo a 5 porte la nuova Serie 1 è 5 mm più corta (4.319 mm), 34 mm più larga (1.799 mm) e 13 mm più alta (1.434 mm) con un passo di 2.670 mm più corto di 20 mm.

Al lancio sarà disponibile con tre motori diesel e due a benzina con potenze comprese da 116 fino ai 306 cv della più potente M135i. Quattro gli allestimenti: Advantage, Luxury Line, Sport Line e M Sport. In aggiunta alla trazione anteriore offerta standard la Serie 1 verrà proposta con due versioni 4x4: 120d xDrive e 135i xDrive. Un altro modello che non passerà inosservato al Salone di Francoforte è la XCeed, il suv compatto di Kia che completa la “famiglia” delle media del brand coreano. Ha dimensioni a metà strada fra la Stonic (414 cm) e la Sportage (449 cm) e una linea filante accentuata dalle fiancate alte e dal tetto spiovente con una coda slanciata.

Non mancano i fascioni neri che corrono lungo tutta la parte inferiore della vettura, tipici di crossover e dei suv. La mascherina è stretta e larga ed è staccata dai fari che hanno una forma irregolare e appuntita. La coda è alta col un piccolo lunotto da coupé, mentre i fari orizzontali dalla forma allungata rendono più “muscoloso” l’insieme. Dalla Ceed a 5 porte derivano i motori: saranno i benzina 1.200 cc turbo da 120 cv e 1.400 cc turbo da 140 cv o il turbodiesel 1.600 cc da 115 cv e 136 cv.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti