Estate sempre in carica, 5 power bank da portare in viaggio

1/7Grandi Viaggi

Estate sempre in carica, 5 power bank da portare in viaggio

di Gianni Rusconi


default onloading pic

Se anche le vacanze estive sono un'occasione per rimanere sempre connessi con il proprio dispositivo mobile, un accessorio che non assolutamente mancare nel proprio bagaglio è il carica batterie portatile, uno dei gadget hi-tech fra i più ricercati online dai consumatori italiani secondo le ultime rilevazioni del portale di comparazione prezzi “Idealo” e anche fra quelli per cui si può risparmiare maggiormente sull'acquisto in Rete (si può arrivare fino al 30% se effettuato nel mese di agosto). Quanto possano essere utili i cosiddetti “power bank” durante un viaggio è direttamente proporzionale all'uso che si fa dello smartphone in vacanza, dalla consultazione delle mappe ai giochi, dalle app per chiamare taxi e trovare alloggi, punti di attrazione e ristoranti alle immancabili foto e riprese, condivisioni social comprese. Per evitare il rischio di trovarsi con la batteria scarica nel momento meno opportuno la soluzione c'è e risponde essenzialmente a requisiti quali le dimensioni ridotte, la leggerezza e la capacità di immagazzinare energia. Ma prima di scegliere il modello che risponde alle proprie esigenze è bene ricordare che, in caso di viaggio in aereo, i power bank non devono assolutamente essere trasportati nel bagaglio da stiva e sono soggetti a particolari restrizioni anche per il loro alloggiamento nel bagaglio a mano: non se ne possono portare più di due (meglio se riposti singolarmente in un singolo sacchetto di plastica) e la batteria agli ioni di litio non deve superare il limite dei 160 wattora (Wh).

Riproduzione riservata ©

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti