ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’allarme materie prime

Estate senza bevande gassate, manca l’anidride carbonica

L’associazione dei produttori segnala difficoltà crescenti nel reperire sul mercato la CO2 ad uso alimentare: si tratta di un ulteriore effetto dell’aumento dei costi dell’energia

di Micaela Cappellini

Estate senza bevande gassate, manca l’anidride carbonica

2' di lettura

Come se non bastasse il caldo che incombe, quest’estate rischiamo anche di non poterci dissetare con una bevanda fredda gassata. Assobibe, che rappresenta i produttori di bevande analcoliche in Italia, lancia l’allarme: sul mercato delle materie prime l’anidride carbonica ad uso alimentare comincia a scarseggiare.
La poca disponibilità di CO2 è un ulteriore effetto dell’aumento dei costi dell’energia e delle difficolta di trasporto, che rendono più complessa la sua estrazione naturale oppure la sua produzione industriale.
Il problema della sua disponibilità si aggiunge al boom dei costi di energia, plastica, alluminio, cartone e vetro che sono da mesi fuori controllo, mettendo a rischio la stagione estiva per molti operatori.

Aziende in difficoltà

«Le aziende sono in un momento di estrema difficoltà - ha detto il presidente di Assobibe, Giangiacomo Pierini - ai rincari dei costi dell’energia del 550% ora si aggiungono anche i problemi di reperimento dell’anidride carbonica, mentre da gennaio sarà operativa anche la Sugar Tax, che porterà a un incremento medio della fiscalità del 28%. Chiediamo al governo di agire almeno su questo, perché la tassa deve essere eliminata».

Loading...

Nei giorni scorsi l’allarme sulla reperibilità dell’anidride carbonica era stato lanciato anche da Alberto Bertone, presidente e amministratore delegato di Acqua Sant’Anna, che ha addirittura annunciato la temporanea chiusure delle linee di produzione:

Anidride carbonica introvabile

«Ho dovuto fermare le linee dell’acqua gasata, il 30% della nostra produzione - ha detto Bertone - l’anidride carbonica è diventata introvabile, i fornitori con cui abbiamo un contratto ci hanno spiegato che non conviene più produrla e hanno a loro volta fermato gli impianti».

Il problema della carenza di CO2 per usi alimentari si era già manifestato a fine del 2021 nel Regno Unito, «ma allora eravamo riusciti a tamponarlo - racconta l’ad di Sant’Anna - questa volta invece siamo in piena emergenza, siamo riusciti a recuperare un piccolo carico che ci arriverà dall’Olanda, ma ci servirà per qualche giorno, forse soltanto uno».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti