Dall’età media dei docenti agli alloggi, il Senato racconta la condizione degli studenti nelle università

2/9Universita

Età media dei docenti

(IMAGOECONOMICA)

In Italia la quota di docenti con almeno 50 anni costituisce il 55,6% del totale ed è la più elevata in assoluto (dati disponibili 2016- 2018). Volendo restringere il paragone ai principali Paesi dell’UE, in Germania tale rapporto è pari al 26,9%, in Olanda al 32,7%, nel Regno unito al 40,3%, in Spagna al 44,2% e in Portogallo al 44,5%. In Italia la quota di docenti con meno di trent’anni è estremamente bassa (0,8%) ed è la più bassa con la sola eccezione della Slovenia. É inferiore, fra l’altro, rispetto alla Germania (24,6%), alla Norvegia (19,8%), all’Olanda (17,9) e anche ad alcuni Paesi, per molti aspetti comparabili con l’Italia, in cui tale rapporto è decisamente inferiore alla media, come la Spagna (4%) e Portogallo (3,8%). Anche considerando i docenti di età compresa tra i 30 e i 39 anni, la situazione, in termini comparati, non cambia. Il rapporto tra tali docenti e il totale è infatti pari a 13,5%, superiore solo a quello della Slovenia (11,8%) e inferiore, fra l’altro, a quelli di Germania (30%), Olanda (28,2%), Regno Unito (24%), Spagna (19,8) e Portogallo (19,2%). L'indagine delinea dunque il quadro di un Paese con un personale docente nel settore dell’istruzione terziaria con età molto avanzata e con un sistema universitario che offre ai giovani molte meno opportunità professionali rispetto a quanto accade negli altri Paesi Ocse.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati