NOVITA’

Eureka al Sigep con il “macinino” per il caffè filtro

di Giambattista Marchetto

default onloading pic


2' di lettura

Sei brevetti tecnologici e dodici nuovi prodotti lanciati negli ultimi due anni, dopo aver “conquistato” il mercato dell'espresso la quasi-centenaria Eureka – l'azienda è stata fondata nel 1920 a Firenze da Aurelio Conti – gioca la carta del macinacaffè per il caffè filtrato.

Presentata in anteprima all'ultima edizione di TriestEspresso e prodotto di punta in questi giorni al Sigep di Rimini, la Mignon Filter Range mette a disposizione il patrimonio di esperienza e know-how sviluppato dall'azienda per la macinatura filtro. Disponibile con finiture in legno ed equipaggiato di una serie di caratteristiche specifiche sviluppate appositamente per la particolare macinatura - design specifico delle macine e Sistema Anti-Clumps ed Elettrostaticità dedicato - il Mignon Brew Pro è il modello di punta all'interno di questa nuova gamma.

«Abbiamo anticipato le esigenze del consumatore di oggi – evidenzia il dg Eureka Maurizio Fiorani –. I torrefattori hanno iniziato da tempo a proporre sul mercato miscele per il mondo del filtro e noi abbiamo colto questa opportunità creando una linea di macina dosatori estremamente versatile, adatta al canale professionale e al mercato domestico, che sempre di più apprezza il caffè filtro. Il carattere distintivo di questi elettrodomestici oltre alle elevate prestazioni, diventa il design, che ci consente di affermare quelli che sono i cardini fondamentali della qualità made in Italy presso un pubblico sempre più vasto».

Un mercato senza dubbio in crescita, soprattutto allargando l'orizzonte oltre i confini nazionali, dato che il caffè filtrato è sempre più presente nelle case europee, valorizzando differenti sistemi di estrazione.

Crescita vertiginosa nel canale professional
Specializzata nella produzione artigianale di macinacaffè per ogni tipo di utilizzo finale, Eureka conferma una strategia che da quasi cent'anni fa del made in Italy e dell'innovazione i propri punti di forza.

L'azienda fiorentina ha chiuso il 2018 con un fatturato di 25 milioni di euro, per il 90% derivante dall'export (che non a caso è cresciuto del 35% rispetto al 2017). «L'azienda nasce come produttore di macinacaffè per espresso e oggi rappresenta l'eccellenza del settore – sottolinea Fiorani –. I nostri prodotti raggiungono 70 Paesi, soprattutto Nord Europa, Nord America e Asia. Ora puntiamo al Sud America e al Giappone».

La radice del successo è l'investimento costante in ricerca e sviluppo (circa il 5% del fatturato). Tra le innovazioni introdotte da Eureka ci sono l'erogazione “High Speed” del macinato, grazie alla combinazione motore-macine, e la regolazione micrometrica (brevettata) che assicura precisione assoluta e risparmio di tempo e caffè, la tecnologia Silent con sistema anti vibrazione (che riduce la rumorosità di circa 20 decibel) e il sistema Anti-Clumps & Elettrostaticità che consente di prevenire la formazione di blocchi e di eliminare la carica elettrostatica del caffè macinato, fino al nuovo design Espresso & Brew per una macinatura adatta all'espresso, alla moka e a tutte le varietà di caffè filtro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti