Calcio

Europei, l’Italia domina la Svizzera: 3-0. Doppietta di Locatelli, poi Immobile

Azzurri già qualificati agli ottavi di finale. Sugli spalti circa 16mila gli spettatori, con una nutrita e colorata presenza elvetica

(La Presse)

2' di lettura

Due gol di Locatelli e uno di Immobile sigillano la vittoria dell’Italia sulla Svizzera nella seconda partita di Euro 2020 per gli azzurri, che, forti delle due vittorie conseguite - prima con la Turchia (3-0) e ora con la Svizzera - si qualificano matematicamente agli ottavi di finale.

L’Italia parte all’attacco nella seconda partita a Euro 2020, con un primo tempo di superiorità sulla Svizzera, a partire da i primi 15 minuti della partita tutti nella metà campo degli avversari. Chiellini segna, ma poi il gol viene annullato per un tocco di mano prima della conclusione a rete. Chiellini viene poi sostituito al 24esimo minuto per infortunio.

Loading...

Arriva poi il goal di Manuel Locatelli al 26esimo minuto. Occasione sprecata da Spinazzola al 37° a cui seguono due corner consecutivi per l’Italia, senza risultati positivi per gli azzurri. Il primo tempo si chiude in vantaggio 1-0 per l’Italia. L’Italia raddoppia al 52° sempre con Locatelli che batte il portiere della Svizzera con un sinistro da fuori area dopo il passaggio di Barella.

Fino al 75° si registrano altre due palle gol per gli azzurri, “sprecate” da Ciro Immobile. Al 77° resta a terra un paio di minuti Barella, colpito alla caviglia in un contrasto falloso con Embolo, che viene ammonito.

All’85° escono tra gli applausi dell’Olimpico Locatelli e Barella, entrano Cristante e Pessina. E all’88° Ciro Immmobile segna da fuori area il terzo gol per l’Italia. Cinque minuti (due, più 3 di recupero) non bastano alla Svizzera per avere un sussulto. Così l’Italia supera matematicamente il girone eliminatorio.

Un autentico boato aveva accolto gli Azzurri di Roberto Mancini al loro ingresso in campo per il riscaldamento, prima della partita contro la Svizzera. Sugli spalti circa 16mila gli spettatori, con una nutrita e colorata presenza elvetica.

Sotto le stelle di Roma questa volta l’onda azzurra, visiva e sonora, è più alta, vistosa, coinvolgente e assordante. La passione per l’Italia di Roberto Mancini, scesa nelle piazze del Paese per un abbraccio ’collettivo’ da vivere in tempi di pandemia, ha pervaso l’Olimpico e le aree adiacenti il ’Colosseo del calcio’ lasciando una scia luminosa fatta di entusiasmo e amore per la Nazionale diventata simbolo di rinascita

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti