ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMatricole

EuroGroup Laminations: fissa forchetta Ipo, punta a capitalizzazione di 983 mln

In vista della quotazione su Euronext Milan, il gruppo ha fissato l'intervallo di valorizzazione delle azioni ordinarie tra un minimo di 5 e un massimo di 6 euro per azione e pari a una capitalizzazione dopo l’aumento di capitale tra 861 e 983 milioni

di Stefania Arcudi

Foto: EuroGroup Laminations

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - In vista della quotazione su Euronext Milan, EuroGroup Laminations, attivo nel settore degli statori e rotori per motori e generatori elettrici, ha fissato l'intervallo di valorizzazione delle proprie azioni ordinarie tra un minimo di 5 e un massimo di 6 euro per azione e corrispondente a una capitalizzazione dopo l’aumento di capitale tra 861 e 983 milioni. L’inizio del periodo di offerta è previsto per l’1 febbraio ed è soggetto alle approvazioni richieste da Borsa Italiana e dalla Consob.

L'offerta ha come oggetto un massimo di 50 milioni di azioni di nuova emissione per un massimo di circa 250 milioni di euro rinvenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione e un range di 25,55-26,21 milioni di azioni esistenti vendute da Euro Management Services (la holding controllata da cinque famiglie italiane), dal veicolo di Tikehau Capital, Delorean Partecipazioni, e dai fondi di investimento di Tikehau Capital, T2 Eltif Energy Transition Fund e T2 Energy Transition Fund.

Loading...

I proventi derivanti dall’aumento di capitale saranno usati da EuroGroup Laminations per attuare la propria strategia, in particolare per espandere la propria capacità produttiva, sviluppare nuove tecnologie, rafforzare la struttura patrimoniale e ampliare la propria presenza geografica. Se ci sarà l'opportunità, la società intende anche perseguire opportunità di crescita per linee esterne. Gli azionisti venditori concederanno a J.P. Morgan, in qualità di stabilisation manager, un’opzione per l’acquisto di un massimo di 7,55 milioni di azioni aggiuntive in corrispondenza del prezzo minimo, pari a circa il 10% delle azioni offerte. A esito dell’offerta, con l’integrale esercizio dell’over allotment, il numero di azioni detenute dal mercato sarà tra il 45,6% e il 48,3% del capitale.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti