eurogruppo al via

Eurogruppo al via, Macron chiama Tsipras: alleggerire il debito greco

dal nostro inviato Vittorio Da Rold

Il ministro delle Finanze greco Euclid Tsakalotos (a sinistra) e il premier Alexis Tsipras

2' di lettura

BRUXELLES - Il presidente francese Emmanuel Macron, fresco di nomina, ha riaffermato questa mattina, nel corso di un colloquio telefonico con il premier greco Alexis Tsipras, di volere raggiungere presto un accordo per alleggerire nel tempo il peso del debito greco. Lo indicano fonti dell’Eliseo, aggiungendo che Macron ha spiegato che l’input è nella tabella di marcia del ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, che oggi pomeriggio prende parte a un importante Eurogruppo focalizzato proprio sulla questione greca che si trascina dal 2009.

Le Marie è di ritorno da Berlino. «Abbiamo concordato di istituire un gruppo di lavoro per il rafforzamento dell’Eurozona» a partire da luglio, ha annunciato il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, al termine dell’incontro a Berlino con il suo nuovo omologo francese. «Vogliamo andare più veloci e più lontano» nell’integrazione della zona euro, ha aggiunto Le Maire, «io e Schaeuble abbiamo dunque convenuto di mettere in piedi per la prima volta un gruppo di lavoro che avrà l’obiettivo di presentare delle proposte molto concrete per progredire nell’integrazione».

Loading...

«Non voglio anticipare l’Eurogruppo, ma credo che si lavorerà costruttivamente a una soluzione»

Tra i dossier che innerveranno il lavoro della task force, Le Maire ha citato i temi della convergenza fiscale, del coordinamento delle politiche economiche e degli investimenti comuni.

«Non voglio anticipare l’Eurogruppo, ma credo si lavorerà costruttivamente a una soluzione», ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo in conferenza stampa a una domanda sulla Grecia, e sulla richiesta del ministro degli Esteri socialdemocratico, Sigmar Gabriel, sulle colonne di Sueddeutsche Zeitung di oggi, di alleggerire il debito di Atene.

Restano i dubbi sulla partecipazione del Fmi (che non condivide il target di avanzo primario al 3,5%) e sul fatto che Schaueble preferirebbe aspettare dopo le elezioni tedesche per qualsiasi decisione sul debito. Sull’alleggerimento del debito della Grecia, per Schaeuble, infatti si deve aspettare la chiusura del terzo pacchetto nell’estate 2018, «e poi vedremo quali altre misure siano necessarie». Il ministro lo ha detto rispondendo a una domanda in conferenza stampa a Berlino. Schaeuble, all’ingresso del Palazzo Lipsius a Bruxelles sede del meeting dell’Eurogruppo, ha affermato di essere «molto fiducioso» rispetto all’incontro di oggi a Bruxelles.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti