Mercati

Battaglia per la Borsa di Madrid tra Parigi (Euronext) e Zurigo

Madrid al centro di una contesa europea. Gli elvetici lanciano un'offerta da 3 miliardi di franchi per la piazza iberica mentre l'operatore che riunisce sotto un unico ombrello le Borse di Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Lisbona, Dublino e di recente anche Oslo, ha confermato le trattative in corso

di Simona Rossitto


default onloading pic
(EPA)

2' di lettura

La Borsa di Madrid al centro degli appetiti nel mercato borsistico europeo. Euronext, operatore che riunisce sotto un unico ombrello le Borse di Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Lisbona, Dublino e di recente anche Oslo, ha confermato le trattative in corso per acquistare la Bolsas y Mercados Españoles (Bme) che controlla la piazza di Madrid. Subito dopo Six, gruppo finanziario elvetico che controlla la Borsa svizzera, è uscita allo scoperto annunciando un'offerta pubblica di acquisto del valore di 3 miliardi di franchi per la Borsa di Madrid. Dopo le notizie della mattinata i titoli di Bme sono schizzati del 37 pe r cento.

Se l'operazione dovesse andare in porto nascerebbe il terzo fornitore in Europa di infrastrutture di mercati finanziari. Six propone di acquistare con mezzi liquidi il 100% del capitale azionario di Bme; l'offerta, spiega il gruppo svizzero in una nota, valuta a 34 euro ciascuna azione di Bme per un importo complessivo di 2,8 miliardi di euro, l’equivalente circa 3,1 miliardi di franchi.

Già negli ultimi mesi varie indiscrezioni di stampa avevano rilevato l’interesse di Euronext per la Borsa di Madrid. C’è infatti un certo fermento nel mercato delle Borse europee ed Euronext ha annunciato nel nuovo piano industriale approvato di recente “Let’s grow together 2022” l’intenzione di crescere per linee esterne. Oggi la conferma dell’interesse per Madrid che tuttavia, ha precisato Euronext in una nota, non è detto porti necessariamente a un’offerta: «I colloqui in corso con il cda della Borsa di Madrid potrebbero portare (ma anche non portare) a un'offerta di acquisto», ha detto in una nota.

In particolare l'offerta di Zurigo rappresenta un premio del 47,6% rispetto al prezzo ponderato delle azioni Bme negli ultimi 6 mesi e del 33,9%
rispetto al prezzo di chiusura il 15 novembre. L'operazione sarà soggetta ad un livello minimo di accettazione da parte del 50% piu' uno del capitale azionario di Bme, all'autorizzazione alla transazione o alla non opposizione da parte dell'Antitrust spagnolo (Cnmc) e della Consob spagnola Cnmv), oltre al via libera del Governo spagnolo. «Bme beneficera' dell'esperienza di Six in tutta la catena di valore», ha dichiarato l'amministratore delegato Jos Dijsselhof. «Si prevede che Bme continuera' a funzionare indipendentemente con il suo attuale management team,
regolato da Cnmv, come adesso», ha aggiunto il top manager. 'operazione «ci dara' la possibilita' di investire in entrambi gruppi e creare una piattaforma molto forte per competere e innovare nell'infrastruttura del mercato finanziario globale».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...