ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borsa, settimana chiude in rosso. Piazza Affari dice sì a Unicredit-Mps

Titoli chiudono in controtendenza dopo l'annuncio delle trattative in esclusiva.

di Andrea Fontana

La Borsa, gli indici del 30 luglio 2021

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Finale di settimana in rosso per le Borse europee - dopo due giorni di buoni rialzi e la trimestrale Amazon a sgonfiare gli entusiasmi a Wall Street - che completano così un mese di luglio piuttosto anonimo anche perché frenato dai timori per la variante Delta. Con le vendite a colpire soprattutto l'energia, le società di materie prime, le utility e il settore viaggi, tutti i principali indici azionari hanno chiuso in flessione con Madrid (IBEX 35) piegata dal caso del general contractor Tecnicas Reunidas (-24%) che ha dovuto chiedere l'intervento di fondi pubblici. A Piazza Affari il FTSE MIB ha chiuso comunque il mese di luglio con +1% complessivo

Nasdaq giù, Amazon delude con i conti

Anche Wall Street in calo ed è soprattutto l'indice NASDAQ COMP a essere penalizzato. Amazon ha riportato risultati trimestrali inferiori alle attese degli analisti per la prima volta in tre anni. Ha inoltre annunciato previsioni deludenti per il terzo trimestre dell’anno. In particolare nel periodo aprile-giugno l’utile è stato di 7,78 miliardi di dollari, su un fatturato pari a 113,08 miliardi di dollari. Seppure si tratti di un miglioramento rispetto ai profitti 2020 per 5,24 miliardi di dollari, su vendite pari a 88,91 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente, le attese erano per un utile ad azione di 12,30 dollari su un giro d’affari pari a 115,2 miliardi di dollari.

Loading...

A Milano la giornata di Unicredit e Mps

. La trimestrale deludente di Saipem, le prese di beneficio su Enel e su Nexi (che ritarderà il closing per Sia a fine anno), le vendite su Banco Bpm visto che le trattative Unicredit-Mps sembrano allontanare una combinazione in tempi brevi con Piazza Gae Aulenti sono stati alla base della debolezza del Ftse Mib. Ha tenuto banco il risiko bancario con l'annuncio delle trattative in esclusiva tra Mef e Unicredit per arrivare a un trasferimento di asset di Banca Mps alla banca guidata dal ceo Orcel.

Tra i migliori Leonardo - Finmeccanica, dopo che nel primo semestre ha riportato un risultato netto pari a 177 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto ai 60 milioni di euro conseguiti nello stesso periodo del 2020. Bene anche Amplifon, alla vigilia penalizzata dalle prese di beneficio scattate alla pubblicazione della semestrale migliore delle attese.

A Parigi bene EssilorLuxottica, +61% Iliad su opa Niel

A Parigi è stata protagonista Essilorluxottica grazie ai conti in crescita del secondo trimestre e anche all’annuncio che sta per partire la produzione degli occhiali del futuro di Facebook: il primo modello sarà Ray-Ban. Il gruppo ha archiviato il primo semestre con un utile netto adjusted di 1,1 miliardi (+16,2%), pari al 12,7% del fatturato. La generazione di cassa è stata pari a 1,2 miliardi, mentre l'indebitamento finanziario netto a fine giugno era di 1,9 miliardi. I vertici di Essilux hanno rivisto al rialzo le stime per fine anno.Ma sul listino francese la protagonista assoluta è Iliad (+61%)dopo che il fondatore e principale azionista della società, Xavier Niel, ha annunciato il lancio di un’offerta pubblica di acquisto semplificata sulle quote di minoranza “per accelerare lo sviluppo e sostenere la strategia” della società, portandola quindi fuori dal listino. Il gruppo ha anche annunciato i conti semestrali preliminari e trattative per espandersi in Polonia. L'offerta di Niel, ad un prezzo di 182 euro per azione, per le azioni non possedute vale 3,1 miliardi di euro.

Pil europeo rimbalza del 13,7%, inflazione Pce Usa al 3,5%

Sul fronte macroeconomico è emerso che negli States l'indice per l'inflazione Pce 'core', l'indice preferito dalla Fed per calcolare l'aumento dei prezzi, ha rilevato un aumento annuale del +3,5%. I redditi personali giugno hanno registrato un +0,1%, mentre le spese personali sono cresciute dell'1%. Il costo del lavoro, per il secondo trimestre è poi cresciuto dello 0,7%. E' evidente che le riaperture dopo la pandemia si riflettono sui dati, ma continua la preoccupazione dei mercati per il diffondersi della variante delta del Covid che ieri i Centri per il controllo delle malattie hanno dichiarato «trasmissibile come la varicella» con vaccinati e non vaccinati che potrebbero fungere da agenti di trasporto. In Europa, invece, Eurostat ha certificato che il pil della zona euro è rimbalzato nel secondo trimestre 2021. In particolare ha messo a segno un progresso del 2% rispetto ai tre mesi prima, riprendendo la crescita dopo due cali trimestrali consecutivi, e del 13,7% su base annua. E' quanto ha annunciato Eurostat, che inoltre ha indicato che per l'Unione Europea nel suo complesso l'aumento ha raggiunto l'1,9% congiunturale. Tra i grandi paesi, la Francia ha registrato la performance peggiore (+0,9%), dietro a Spagna (+ 2,8%), Italia (+2,7%) e Germania (+1,5%). Nel primo trimestre il Pil nella zona euro era sceso dello 0,3%, dopo essere sceso dello 0,6% negli ultimi tre mesi del 2020.

BTp, spread stabile a 106 punti, euro indietreggia

Chiusura stabile per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato europei. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark italiano (IT0005436693) e il pari durata tedesco è indicato in chiusura a 106 punti base, invariato rispetto al closing della vigilia. In rialzo frazionale il rendimento del BTp decennale benchmark che si attesta allo 0,63% dallo 0,62% della vigilia.

Seduta di recupero il biglietto verde americano che, dopo aver sfiorato quota 1,19, ha guadagnato posizioni nei confronti dell'euro.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti