ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Wall Street cancella la pandemia: S&P 500 e Nasdaq record. Europa in rosso

Gli investitori continuano a monitorare l'andamento dei contagi da Covid. Preoccupano le tensioni Usa-Cina, ma dal settore immobiliare americano arrivano segnali positivi. Petrolio in calo in attesa della riunione dell'Opec+, l'oro torna sopra i 2mila dollari l'oncia. Spread in rialzo in area 144 punti

di S. Arcudi e P.Paronetto

La giornata dei mercati

3' di lettura

Wall Street chiude con lo S&P 500 e il Nasdaq record. Il Dow Jones perde lo 0,24% a 27.777,59 punti, il Nasdaq sale dello 0,73% a 11.210,84 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,23% a 3.389,78 punti recuperando le perdite accumulate con la pandemia.

È stata tuttavia una seduta volatile per i listini azionari mondiali. I principali indici hanno più volte cambiato direzione prima di imboccare con decisione la via dei ribassi. Questo accadeva quando i listini Usa avevano rapidamente annullato i guadagni dell'avvio, invertendo la rotta sotto il peso dei timori legati all'andamento dei contagi da coronavirus e delle tensioni Usa-Cina, sfociate nell'inasprimento delle sanzioni imposte da Washington a Huawei.

Loading...

A penalizzare i mercati europei è stato poi il rafforzamento dell'euro nei confronti del dollaro: il biglietto verde è infatti scivolato ai minimi da oltre due anni sulla scia dei massicci interventi della Fed a sostegno dell'economia Usa. A Piazza Affari, il FTSE MIB ha così perso lo 0,52%. Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, realizzi su Diasorin (-2,27%), ieri tra i migliori insieme a tutto il settore farmaceutico. Prese di beneficio anche su Stmicroelectronics (-1,43%), che risente anche delle possibili ricadute delle sanzioni Usa a Huawei. Rialza invece la testa Banco Bpm (+0,86%) dopo che l'a.d. Giuseppe Castagna ha ribadito la volontà di valutare opzioni di consolidamento.

Dubbi sulla proroga degli aiuti Usa all'economia

Oltreoceano gli investitori si interrogano alla possibilità che il Congresso riesca ad accordarsi su un nuovo piano di stimoli all'economia, mentre resta in bilico la proroga degli aiuti varati per sostenere i consumi in seguito all'impatto della pandemia di Covid-19. Tra i principali titoli, Wal-Mart perde terreno nonostante la trimestrale in crescita proprio in vista di un secondo semestre in cui gli acquisti potrebbero non essere più alimentati dagli stimoli governativi. Passano così in secondo piano i segnali incoraggianti arrivati dal settore immobiliare: secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio americano, i nuovi cantieri edili avviati in luglio sono aumentati del 22,6% rispetto al mese precedente (+4,6% atteso), l'incremento più marcato dal 2016, mentre i permessi per le costruzioni, che anticipano l'attività futura del settore edilizio, hanno registrato un aumento mensile del 18,8%.

A Piazza Affari giù Diasorin, bene Enel e Banco Bpm

Tornando a Piazza Affari, in vetta al Ftse Mib Banco Bpm, Leonardo - Finmeccanica e Atlantia . In lieve ribasso Enel, che ha incrementato la propria partecipazione nella controllata cilena Enel Americas di un ulteriore 2,7%, fino al 65% del capitale sociale. In coda scivola Diasorin ed è in affanno StMicroelectronics, penalizzata dallo scontro Usa-Cina su Huawei. Debole anche Exor,così come Fiat Chrysler Automobiles, nel giorno in cui è stata annunciata la morte di Cesare Romiti, manager a cui la storia della casa automobilistica è legata a doppio filo.

Oro torna sopra i 2mila dollari l'oncia

Sulla scia dell'indebolimento del dollaro e dell'aumento delle tensioni tra Stati Uniti e Cina, gli investitori tornano a orientarsi verso i beni rifugio, come l'oro. Il metallo prezioso, dopo aver registrato la scorsa settimana il calo più consistente da marzo, prosegue dunque sulla via dei rialzi imboccata ieri e torna sopra la soglia dei 2mila dollari l'oncia per quanto riguarda i contratti spot. Anche i contratti future sono in aumento, ma si fermano a 1.999,70 dollari. A sostenere i prezzi del metallo prezioso è anche l'attesa per i verbali dell'ultima riunione della Federal Reserve: «Le decisioni del Fomc sono cruciali per mantenere l'oncia sopra i 2.000 dollari», hanno detto gli analisti di AxiCorp, spiegando che «in particolare le indicazioni sull'inflazione possono essere negative per il dollaro e positive per l'oro».

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread in rialzo in area 144 punti

Seduta in rialzo per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario
telematico Mts dei titoli di Stato. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il Bund tedesco di pari durata, che ieri aveva ripiegato fino a chiudere a 138 punti base (ai livelli di febbraio) è
indicato in chiusura a 144 punti base. Il rendimento del BTp decennale benchmark chiude allo 0,99%, dall'1% registrato al closing della vigilia.

Dollaro sui minimi da due anni

Sul mercato dei cambi, l'euro sale a 1,1923 dollari (1,1853 ieri) dopo aver toccato il top da maggio 2018 a 1,1966. La moneta unica vale anche 125,77 yen (125,99), mentre il rapporto dollaro/yen e' a 105,46 (106,05). In calo il prezzo del petrolio in attesa della riunione dell'Opec+, in calendario per questa settimana: il future settembre sul Wti cede l'1,03% a 42,45 dollari al barile, mentre la consegna ottobre sul Brent perde 0,35% a 45,21 dollari.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

ANDAMENTO DELL'AZIONARIO

ANDAMENTO DELLE VALUTE

ANDAMENTO DELLE MATERIE PRIME

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti