Sport

Europa League: pari tra Betis e Olympiacos, poker per l'Arsenal. Esordio con pari per Marchisio

a cura di Datasport


2' di lettura

Nelle altre sfide delle 21 dell'Europa League, spiccano i poker rifilati da Arsenal e Dinamo Zagabria a Vorskla e Fenerbahce. Scatenati, per gli uomini di Emery, Aubameyang e Ozil: l'ex Dortmund firma una doppietta nel 4-2 dei Gunners. I croati, invece, battono 4-1 i turchi con una doppietta di Hajrovic e reti di Sunjic ed Olmo. Esordio con vittoria anche per Marchisio, che entra nel secondo tempo e sfiora la vittoria con il suo Zenit, ma alla fine il Copenaghen trova l'1-1 finale. Il derby della Red Bull tra Lipsia e Salisburgo va agli austriaci, che rischiano ma vincono 3-2 nel finale. 0-0 tra Betis ed Olympiacos: Milan solo in vetta.   Tra le favorite per la vittoria finale, l'Arsenal entra in campo deciso e, grazie a Pierre-Emerick Aubameyang, dilaga contro gli ucraini: al 74', è 4-0, con due reti dell'ex Dortmund, con anche Welbeck e Ozil a segno. Poi, i Gunners si addormentano e gli ospiti accorciano le distanze con Chesnakov e Sharpar, ma la sostanza non cambia. Emery a quota 3 insieme allo Sporting, che nella ripresa batte 2-0 il Qarabag con le reti di Raphinha e Cabral. Poker anche per la Dinamo Zagabria, che vince 4-1 contro il Fenerbahce con una doppietta di Hajrovic e le reti in apertura ed in chiusura di Sunjic ed Olmo. Inutile, per i turchi, il momentaneo pareggio di Neustadter.   L'esordio in Europa League di Claudio Marchisio dura 32 minuti: l'ex Juventus entra al 58', ma lo Zenit non va oltre l'1-1 con il Copenaghen, che rimonta il vantaggio iniziale di Mak con la rete di Sotiriou. Vittoria preziosissima nel finale per il Celtic, che con una rete di Griffiths piega il Rosenborg all'88' (1-0). Il derby della Red Bull va al Salisburgo, che prima vola sul 2-0 al 22' con Dabbur ed Haidara, poi subisce le reti di Laimer e Poulsen, infine trova il definitivo 2-3 con Gulbrandsen, che entra all'83' e segna dopo 5 minuti la rete che vale i 3 punti per la formazione di Rose. Vittorie esterne per Zurigo e Leverkusen. Gli svizzeri vincono contro l'AEK Larnaca nonostante l'inferiorità numerica nel finale: segna Kololli su rigore. I tedeschi, invece, rimontano da 0-2 a 3-2 dopo le reti di Keseru e Marcelinho per l'Olympiakos. A guidare la rimonta sono Thelin ed Havertz, autore di una doppietta. Infine, colpaccio del Trnava, che con Oravec al 79' batte l'Anderlecht 1-0.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti