ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Powell lancia la volata a Wall Street: «Tassi fermi anche con inflazione sopra il 2%»

Borse europee chiudono sulla parità aspettando il verdetto della Federal Reserve, che ha subito "acceso" i listini Usa. In calo il petrolio, mentre resta fluida la situazione globale sul Covid, in attesa di novità dall’Ema sul caso AstraZeneca

di Enrico Miele e Cheo Condina

La Borsa, gli indici di oggi 17 marzo 2021

3' di lettura

Le Borse del Vecchio Continente terminano la seduta inchiodate sulla parità in attesa del verdetto della Fed che - pubblicato a mercati europei chiusi - ha subito "acceso" Wall Street, scattata in avanti grazie al rialzo delle stime sul Pil Usa. La Federal Reserve, infatti, che ha lasciato i tassi d'interesse invariati, vede un accelerazione del Pil americano nel 2021 (+6,5%) e un calo della disoccupazione oltre le attese. E il Dow Jones ha subito "sfondato" il tetto dei 33mila punti dopo i messaggi rassicuranti di Jerome Powell su tassi e inflazione, il cui aumento sopra il 2% viene visto soltanto come transitorio: «Continueremo a sostenere l'economia statunitense – assicura il capo della Fed – finché sarà necessario» e in ogni caso l’inflazione oltre il 2% «non porterà ad un aumento dei tassi».

Resta invece fluida la situazione globale sul Covid, aspettando novità sul caso Astrazeneca con la decisione dell’Ema prevista per domani. A Piazza Affari il FTSE MIB nella seduta del 17 marzo si conferma sui massimi da un anno. Istituti di credito ancora protagonisti con il risiko che tiene banco tra le nuove ipotesi di nozze tra Banco Bpm e Banca Pop Er e le possibili mosse di Unicredit su Mediobanca. Prosegue il rally di Stellantis che ormai sfiora i 15 euro ad azione, mentre in coda al listino ci sono le utility ma soprattutto Diasorin e Amplifon.

Loading...

Fed: tassi invariati, Pil +6,5% in 2021, inflazione +2,4%

La Federal Reserve, come atteso, ha deciso di lasciare invariati allo 0-0,25% i tassi d'interesse, livello a cui sono stati portati nel marzo dello scorso anno per contrastare gli effetti negativi sull'economia statunitense della pandemia di coronavirus. Il Fomc prevede che il Pil sarà in rialzo del 6,5% nel 2021 e del 3,3% nel 2022 (a dicembre le previsioni erano +4,2% e +3,2%). Quando all’inflazione, la Banca centrale americana ha rivisto in rialzo dall'1,8% al 2,4% le previsioni nel 2021.

A Piazza Affari deboli DiaSorin, lusso e tech

Sull'azionario europeo, gli acquisti si sono concentrati sulle auto, nonostante il calo delle immatricolazioni a febbraio, con Volkswagen, Bmw e Renault in netto rialzo, mentre è stata più cauta Stellantis. A Piazza Affari il focus è ancora sul risiko bancario. Sul Messaggero sono tornate le ipotesi di fusione tra Banco Bpm e Bper, mentre si moltiplicano le indiscrezioni sulle possibili mosse di Unicredit, che potrebbe avvicinarsi a Mediobanca. In coda al listino ha chiuso Diasorin, con le vendite che hanno penalizzato in particolare energetici e utility. Riflettori su Generali che, secondo Il Sole 24 Ore, starebbe valutando un'operazione in Russia con valore di circa 2 miliardi di euro. In "rosso" Stmicroelectron, che potrebbe risentire del rinvio del lancio del nuovo Galaxy Note di Samsung, a causa della mancanza di chip.

Banche sotto i riflettori con ritorno dividendi

Banche e risparmio gestito sono rimaste - anche nella seduta del 17 marzo - sotto i riflettori, con il ritorno (atteso) ai dividendi nel terzo trimestre che appare ormai a portata di mano. Il presidente del consiglio direttivo della Vigilanza europea, Andrea Enria, infatti, ha detto che «in assenza di sviluppi inattesi e particolarmente negativi nei prossimi mesi, la raccomandazione relativa al limite di distribuzione dei dividendi sarà abrogata e le banche potranno tornare alle proprie politiche di dividendo». A Milano i rialzi maggiori sono quelli di Banca Mediolanum, Mediobanca, Banco Bpm, Bper e Intesa Sanpaolo. «Riteniamo - dicono da Equita - che le parole di Enria costituiscano un elemento di supporto per i titoli del settore bancario e del risparmio gestito».

Spread chiude in rialzo a 98 punti, tasso allo 0,70%

Chiusura in rialzo per lo spread tra BTp e Bund. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco ha segnato un'ultima posizione a 98 punti base, dai 93 punti del riferimento finale del 16 marzo. In deciso rialzo anche il rendimento del BTp benchmark decennale allo 0,70% dallo 0,62% del closing precedente.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...


Euro poco mosso, petrolio in calo

Sul fronte dei cambi, l'euro è poco mosso a 1,189 dollari e a 129,74 yen, mentre il biglietto verde vale 109,15 yen. Torna a calare il prezzo del petrolio con il Wti di aprile scambiato a 64,13 dollari al barile (-1%) e il Brent di maggio a 67,48 dollari (-1,3%).

Secondo l'Aie, i mercati petroliferi mondiali si stanno riequilibrando dopo che la crisi del Covid 19 ha provocato un crollo della domanda senza precedenti nel 2020, ma potrebbero non tornare mai alla «normalità». Sulla base delle impostazioni politiche odierne, la domanda globale di petrolio è destinata ad aumentare ogni anno fino al 2026 ma politiche più forti e cambiamenti comportamentali potrebbero influire sulla domanda, scrive l'Aie.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti