La giornata dei mercati

Piazza Affari archivia la quarta settimana di rialzi. Rimonta del dollaro, torna ai livelli di novembre

Euro sotto la soglia di 1,18 dollari. Spread chiude stabile a 96 punti. A Piazza Affari venerdì seduta brillante per Tenaris e Tim

di Stefania Arcudi e Andrea Fontana

Aggiornato alle 17.45

La Borsa, gli indici di oggi 26 marzo 2021

4' di lettura

Piazza Affari ha guadagnato complessivamente lo 0,8% nell'ultima settimana infilando la quarta ottava consecutiva di guadagni e portando a +9,7% la performance da inizio anno. Sono state le utility a sostenere la corsa del FTSE MIB, che da inizio anno è secondo solo ad Amsterdam (+11,53%), mentre a livello europeo i tecnologici, il comparto chimico e quello dei servizi finanziari sono stati gli altri settori a mettersi in luce. Sul Ftse Mib l'ottava è stata segnata dalla caduta di Leonardo (-10%) a causa del rinvio della quotazione a Wall Street della controllata Drs.

Venerdì, la corsa del petrolio, accesa dal caso Suez, la collaborazione Usa-Ue sui vaccini e il miglioramento della fiducia delle imprese tedesche a marzo hanno posto le premesse per il rialzo dei mercati azionari europei di fine settimana a cui ha fatto da supporto anche l'ottimismo arrivato dagli Stati Uniti con l'accelerazione della campagna vaccinale da parte dell'amministrazione Biden e con il segnale positivo arrivato dall'intenzione della Federal Reserve di permettere alle banche dividendi e buyback dalla seconda parte dell'anno. L'AEX di Amsterdam è stato il migliore e si è portato a i massimi storici. Nuovo top ormai distante pochi punti per il DAX 30 di Francoforte.

Loading...

Sostegno è arrivato appunto dalla collaborazione tra Europa e Stati Uniti sul fronte dei vaccini anti-Covid emersa nel corso del Consiglio Ue. Inoltre, la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, ha assicurato il pugno duro contro AstraZeneca per i ritardi nelle consegne. Oltreoceano, invece, il presidente americano Joe Biden ha alzato l'asticella, promettendo «200 dosi di vaccini inoculati nei primi 100 giorni del suo mandato». Così gli investitori tornano a scommettere sulla ripresa, nonostante per adesso i contagi nel Vecchio Continente rimangano elevati e nonostante alcuni stati dell'Unione europea siano in lockdown. Venerdì sera Wall Street ha chiuso in rialzo col Dow Jones che ha guadagnato l’1,39% a 33.072,45 punti, il NASDAQ COMP l’1,24% a 13.138,72 punti e l'indice S&P500 l'1,66% a 3.974,52 punti

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Piazza Affari rialzano la testa i titoli oil, occhi su Atlantia

In particolare spicca Tenaris. Sono ben impostate anche le azioni di Atlantia, nell'attesa che sia presentata un'offerta per Autostrade per l'Italia, che secondo indiscrezioni di stampa potrebbe valorizzare la società oltre i 9,5 miliardi. Alla vigilia, però, c'è stato un ennesimo colpo di scena con lo "strappo" di Edizione sul "no" alla scissione della stessa Aspi. Generali è in rialzo, nonostante sia sfumato l'obiettivo di espansione in Polonia. La società assicurativa britannica Aviva ha infatti comunicato di avere raggiunto un accordo per vendere la controllata Aviva Poland, a cui erano interessate anche Generali e gli olandesi di NN, alla concorrente Allianz per 2,5 miliardi, con un enterprise value di 2,7 miliardi. Gli analisti, ad ogni modo, ritengono che il prezzo offerto sia elevato e dunque che alla fine non sia stata una cattiva notizia il fatto che il Leone di Trieste sia rimasto fuori dalla contesa.

Sotto la lente Tim, bene StMicroelectronics

Sono ben impostate anche Cnh Industrial e Ferrari . Della galassia Agnelli è al palo Exor, dopo i conti del 2020 e la proposta di cedola. L'anno si è chiuso con una perdita netta di 30 milioni di euro, a fronte di un utile netto di 3,053 miliardi di euro del 2019. Il cda, comunque, proporrà all'assemblea degli azionisti un dividendo di 0,43 euro per azione, invariato rispetto allo scorso esercizio. Sono sotto la lente anche Stmicroelectron, dopo che il cda ha comunicato che proporrà all’assemblea generale annuale, il prossimo 27 maggio, la distribuzione di un dividendo cash di 0,24 dollari per azione. Continuano a salire le Telecom Italia, con il governo Draghi che accelera sul progetto della rete unica e dopo l’assegnazione dei diritti tv della Seria al 2024 a Dazn (che su questa partita si è mossa con il supporto tecnologico della tlc guidata da Luigi Gubitosi). Tentano il recupero anche le Leonardo - Finmeccanica, dopo la brusca frenata delle ultime due sedute, provocata dall'annuncio dello stop alla quotazione di Drs.

Il greggio sale oltre il 4%, euro sotto 1,18 dollari

Dopo la debolezza della vigilia, Inverte la rotta anche il greggio: il Wti guadagna oltre il 4%, con il Brent di Londra sopra i 64 dollari al barile nella scadenza maggio e con il Wti maggio a quota 61 dollari al barile, risentendo ancora della delicata situazione che si è creata sul canale di Suez, con la nave ancora incagliata. Dal canale di Suez transita il 7% del commercio mondiale di greggio e il 12% del commercio globale. Non a caso, spiegano molti osservatori, il blocco del Canale di Suez sta facendo salire le tariffe di spedizione, rendendo il viaggio intorno all'Africa l'unica alternativa a breve termine per molti carichi (il che significa aggiungere due settimane di navigazione).
Intanto il protagonista è il dollaro. Il dollar index si è rivalutato del 3,2% nell’ultimo mese e continua a salire. Tanto che nelle ultime ore l’euro si è indebolito scendendo sotto quota 1,18, come non accadeva da 4 mesi. Gli investitori stanno scontando nel cambio euro/dollaro le differenti velocità di crescita tra Usa ed Eurozona, con i primi avvantaggiati anche da una campagna vaccinale che prosegue più spedita.

Spread chiude stabile a 96 punti

Chiusura stabile per lo spread tra BTp e Bund. Al termine degli scambi il differenziale di rendimento tra il BTp decennale italiano benchmark (Isin IT0005422891) e il pari scadenza tedesco si è attestato a 96 punti base, invariato rispetto alla chiusura della vigilia. In leggero aumento il rendimento del BTp decennale benchmark, che ha terminato gli scambi allo 0,61% dallo 0,59% della vigilia.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti