verso il voto del 26 maggio

Europee, ecco chi c’è nelle liste tra indagati, big e grandi esclusi

di Andrea Gagliardi


default onloading pic

3' di lettura

Sono iniziate alle 8 di questa mattina e proseguiranno fino alle 20 di
mercoledì 17 aprile le operazioni di consegna delle liste elettorali per le Europee.
Ci sono due leader - Matteo Salvini e Giorgia Meloni - che hanno
deciso di presentarsi come capilista ovunque. Quasi en plein anche
per Silvio Berlusconi, che lascia ad Antonio Tajani solo il ruolo di
capolista al Centro.

Fuori Borghezio, dentro la moglie di Calderoli
«Sono tutti candidati clamorosamente normali, sindaci, consiglieri, non ci sono attrici e celebrità». Così Matteo Salvini ha annunciato il deposito delle liste della Lega per le europee. Tra gli esclusi, l’eurodeputato Mario Borghezio. Tra le new entry Gianna Gancia, (Nord Ovest), moglie del vice presidente del Senato Roberto Calderoli e capogruppo del Carroccio al consiglio regionale del Piemonte. Tra i candidati anchel’europarlamentare uscente, eletto con i Cinque Stelle, ma ora responsabile esteri del partito Marco Zanni, nonché Antonio Maria Rinaldi, presenza fissa nei talk tv per interpretare l'economia in chiave sovranista. E Vincenzo Sofo, fidanzato della sovranista francese Marion Le Pen, nonché fondatore del laboratorio culturale di destra “Il Talebano”.

Dalle cinque capilista donna all’ex Iena Giarrusso
Da ricordare le cinque capilista donne del M5s: Alessandra Todde (Isole), manager, ceo di Olidata; Chiara Maria Gemma (Sud), docente brindisina che insegna all’Università di Bari. Daniela Rondinelli (Centro) fa parte del Comitato economico e sociale europeo. Maria Angela Danzì (Nord Ovest) è una dirigente della Pa, mentre Sabrina Pignedoli (Nord est) è una cronista e consulente della Commissione Antimafia. Da segnalare che la Danzì
sarebbe indagata dalla procura della Repubblica di Brindisi per un intervento eseguito dall’Autorità di Sistema Portuale per delimitare il circuito doganale. Tra i candidati, gli europarlamentari uscenti Fabio Massimo Castaldo e Laura Agea, oltre al sindaco di Livorno, Filippo Nogarin (Centro) e l’ex Iena Dino Giarrusso (Isole).

In lista con il Pd anche il medico di Lampedusa
Il Pd punta sull’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia (capolista nel Nord Ovest) sull’ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda (Nord est), autore del manifesto “Siamo europei”, sull’europarlamentare renziana uscente Simona Bonafè (Centro), l’ex procuratore antimafia Franco Roberti (Sud) e Caterina Chinnici, figlia del giudice ucciso dalla mafia. Da menzionare il medico di Lampedusa Pietro Bartolo e la pedagogista Mila Spicola (Isole), l’ex capo dell’Agenzia spaziale Roberto Battiston e l’ex capogruppo in Senato di Mdp Cecilia Guerra (entrambi nel Nord Est), nonché l’europarlamentare uscente, Roberto Gualtieri e il sindacalista Mamadou Small (Centro).

La sfida tra i due Mussolini
A parte Berlusconi, capolista ovunque, Forza Italia riconferma l’eurodeputata uscente Lara Comi (Nord Ovest) e lancia l’ex presidente della Camera Irene Pivetti (Nord est). Alessandra Mussolini corre al Sud e l’ex ministro Saverio Romano nelle Isole. Tra i candidati di Fratelli d’Italia spicca il sociologo 90enne Francesco Alberoni (Nord Ovest) e Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce (anche lui al Sud come Alessandra Mussolini).

    Pizzarotti capolista nel Nord Est
    È Benedetto Della Vedova, invece, il capolista per la circoscrizione nord ovest della lista +Europa-Italia in Comune. Al secondo posto in lista c’è Silvia Manzi, tesoriera di +Europa e segretaria dei Radicali. Tra i capilista, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti (nord-est). Mentre il sindaco di Castelnuovo di Porto Riccardo Travaglini, nei mesi scorsi in prima linea per l’accoglienza dei migranti dopo la chiusura del Cara nella cittadina alle porte di Roma, si candida nella circoscrizione Centro, dove corre come capolista la radicale Emma Bonino .

    Partito Pirata presenta lista, c’è hacker Rousseau
    Tra le curiosità il Partito Pirata, che candida tra gli altri Luigi Gubello, lo studente di matematica noto in rete con lo pseudonimo di Evariste Galois che ha “hackerato” la piattaforma Rousseau del M5s. C’è anche Luigi Di Liberto, che ha
    procedimenti a carico in quanto titolare della piattaforma di file sharing Tnt Village.

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...