verso il 26 maggio

Europee, le imprese di Roma incontrano Tajani e la delegazione di Forza Italia

di Andrea Marini


Dall'Europarlamento alla Commissione, come funzionano le istituzioni Ue

3' di lettura

«Abbiamo raccolto il grido di dolore delle imprese della Capitale, e abbiamo detto loro cosa intendiamo fare per restituire a Roma il ruolo che le spetta: una politica industriale, di commercio, di agricoltura, di libere professioni, e per sviluppare turismo». Lo ha detto Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, e candidato di Fi alle Europee, a margine dell’incontro, svoltosi nella sede di Unindustria, tra una delegazione di Forza Italia (presenti anche il senatore Maurizio Gasparri e la deputata e ex governatrice del Lazio Renata Polverini) e 7 tra le principali associazioni imprenditoriali della Capitale -

EUROPEE 2019 - IL DOSSIER DE IL SOLE 24 ORE

c’erano i presidenti di Unindustria, Acer (costruttori romani), i vertici romani di Cna (artigiani e piccole imprese), Confcommercio, Confesercenti, Coldiretti, nonché Federlazio (associazione di piccole e medie imprese).

GUARDA IL VIDEO - Dall’Europarlamento alla Commissione, come funzionano le istituzioni Ue

Tortoriello (Unindustria): incontro positivo
«Questo incontro chiesto da Forza Italia è stato estremamente positivo e evidenzia che il tema da noi rilanciato con forza e determinazione, nella conferenza stampa della scorsa settimana, è stato recepito dalle forze politiche». A dichiararlo è Filippo Tortoriello, presidente di Unindustria. Le le 7 principali associazioni imprenditoriali della Capitale, il 1° aprile, avevano organizzato una conferenza stampa per chiedere alla sindaca Virginia Raggi di salvare Roma dal degrado.

Presto incontro con Pd, Raggi ancora non ha chiamato
«Anche il Partito Democratico – ha detto il presidente di Unindustria Tortoriello – ha chiesto di incontrarci per capire più da vicino quali sono le problematiche sulle quali poter dare un contributo». Per concludere, Tortoriello ha rimarcato: «Stiamo auspicando da sempre un incontro con la sindaca Raggi, ma a tutt’oggi non ci risulta assolutamente nulla, se non una dichiarazione generica in cui la sindaca ha detto che ci ascolterà. Come e quando non ci è noto».

Cna: serve progettualità di lungo periodo
«Stiamo comunicando ai partiti le nostre proposte, che sono di due tipi: intervento immediato sulla manutenzione per sbloccare una città immobile, poi una progettualità di lungo periodo che porti la città fino al 2030-2050. Abbiamo trovato ascolto in Fi, che ci ha chiesto un incontro come anche altri partiti». Lo ha detto Michelangelo Melchionno, presidente della Cna di Roma. «Ora stiamo concordando le date per un incontro con la sindaca, abbiamo avuto un dialogo che ancora non si è concretizzato. Con un’indagine abbiamo scoperto che il 30-40% dei nostri associati vota M5S, non vorremmo dover raccontare loro perché la sindaca non ci incontra», ha aggiunto Melchionno.

GUARDA IL VIDEO - Restyling simbolo Fi per europee, c’è nome Berlusconi ma no Ppe

Confesercenti: subito le infrastrutture
«Con Forza Italia è stato un incontro costruttivo. Roma sta soffrendo e con l’apporto di tutti vogliamo farla uscire da questa situazione di torpore e timidezza dell’amministrazione. Se creassimo le infrastrutture necessarie e quello che chiede il mondo il turismo, la Capitale avrebbe risorse per tutti i settori», ha detto il presidente di Confesercenti Roma, Valter Giammaria. Per quanto riguarda gli incontri con le altre forze politiche, «finora dal M5S non ci è arrivata alcuna richiesta di incontro, siamo stati contattati da Fi e Pd, speriamo che tutte le forze politiche si confrontino con le associazioni per risolvere i problemi della città».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...