Dal Fondo anti-crisi alla Bei: guida alle 5 istituzioni europee di Lussemburgo

2/6Europa

Eurostat, il mago delle statistiche europee

default onloading pic

Eurostat è l'Istat europeo, l'istituto di statistica per l'Europa. Il suo ruolo è sfornare statistiche europee sulla base di dati comparabili tra 28 Stati diversi (27 senza il regno Unito). La raccolta delle informazioni viene effettuata dagli istituti nazionali, Eurostat mette assieme i dati, li consolida e li armonizza: vi lavorano 800 dipendenti guidati dal direttore generale Mariana Kotzeva. Eurostat, che ha un sito portentoso, pubblica numeri su popolazione e società (mercato del lavoro, salute, istruzione ecc…), economia e industria (privata e pubblica, turismo ecc…), ambiente e risorse naturali (energia, agricoltura ecc…). Qualche numero Eurostat? La popolazione europea cresce poco: 529,1 milioni per il 2045 contro gli attuali 512 milioni, che però caleranno a 518,8 milioni per il 2080. Una media di 1,6 nascite per ogni donna (dovrebbero essere 2,1 per assicurare una popolazione costante, al netto dell'immigrazione). La media europea della vita attesa è 80,6 anni. In quanti studiano l'inglese nella Ue? 48,6 milioni. Il 34% degli europei non è in grado di affrontare un'elevata spesa improvvisa. Nella Ue a 28 ci sono oltre 23 milioni di PMI che danno lavoro a 91 milioni di persone generando quasi 4mila miliardi di valore aggiunto. L'industria del turismo nella Ue ha 3 milioni di notti l'anno per turismo. Nel 2016 sono transitate sulle strade europee 258 milioni di auto mentre i passeggeri in aereo sono stati 973 milioni. Nel 2017 il deficit/Pil europeo era all'1% (ben sotto il tetto del 3%) ma il debito/Pil all'81,6% (ben sopra il tetto del 60%).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti