decreto fiscale

Evasori, ecco i quattro reati estesi alle imprese

La maggioranza ha trovato l’accordo sull’inasprimento del carcere per i grandi evasori


Evasori, ecco i quattro reati estesi alle imprese

2' di lettura

La maggioranza ha trovato l'accordo sul carcere per i grandi evasori. In mattinata la commissione Finanze della Camera, dopo una sospensione dei lavori, ha fatto scattare il semaforo verde per le nuove norme ma la maggioranza si è spaccata: Italia Viva ha infatti votato no. Incassano comunque l'ok gli emendamenti dei relatori e del governo al dl fisco che hanno cercato una sintesi all'interno della maggioranza: resta l'innalzamento complessivo delle pene ma sarà meno consistente per i reati minori.

Ecco i quattro reati estesi alle imprese dall’unico reato attualmente previsto.

1) La dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici
Si tratta di operazioni simulate o documenti falsi idonei a ostacolare   l’accertamento e a indurre in errore l’amministrazione finanziaria con l’indicazione in dichiarazione dei redditi e Iva di elementi attivi inferiori a quelli effettivi o elementi passivi, crediti e ritenute fittizi. Il reato scatta oltre determinate soglie

2) Fatture o altri  documenti per operazioni inesistenti
Riguarda l’emissione o rilascio di fatture o altri documenti per operazioni   inesistenti per consentire a terzi l’evasione delle imposte sui redditi o dell’Iva

3) L’occultamento o distruzione di documenti contabili
Reato per l’occultamento o la distruzione totale o parziale delle scritture contabili o di documenti di cui è obbligatoria la conservazione, in modo da non consentire la ricostruzione dei redditi o del volume di affari a scopo di evasione o di consentire l’evasione a terzi

4) La sottrazione fraudolenta al  pagamento di imposte
È l’alienazione simultanea o altri atti fraudolenti su beni propri o altrui idonei a rendere inefficace la procedura di riscossione coattiva per sottrarsi al pagamento delle imposte o di interessi o sanzioni sopra determinati importi. Indicazione,  nella documentazione presentata ai fini della procedura di transazione fiscale, di elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo o elementi passivi fittizi sopra determinati importi con l’obiettivo di ottenere per sé o per altri un pagamento parziale dei tributi e relativi accessori

LEGGI ANCHE:
Manette agli evasori, conto salato per le imprese
Manette agli evasori da Natale

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...