ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPericolo default

Evergrande vende azioni per 1,75 miliardi di dollari a finanziaria statale

Scade la cedola da altri 47,5 milioni di interessi così il gigante immobiliare cinese gioca la carta della cessione di quote allo Stato e il titolo risale a Hong Kong

di Rita Fatiguso

Non solo Evergrande, Nomura taglia a 7,7% Pil cinese

2' di lettura

In vista del pagamento di altri 47,5 milioni di dollari di interessi l’indebitata immobiliare Evergrande avvisa la borsa di Hong Kong che venderà 1,75 miliardi in azioni della Shengjing Bank a Shenyang Shengjing Finance Investment Group. Passano a un gruppo statale quote azionarie del gigante privato gravato da 300 miliardi di dollari di debito, la mossa è minima rispetto al debito, ma segnala l’inizio di una strisciante nazionalizzazione già emersa in casi più recenti. Hong Kong premia il titolo Evergrande (+10,86%) ma Fitch taglia il grade a C da CC, non crede alla ripresa di un Gruppo che mina la stabilità del sistema. La Banca centrale immette infatti altri 15,5 miliardi di dollari di liquidità a sostegno del credito.

Sigla di accordo strategico con il Governo locale dello Shenyang nel 2019

La nuova scadenza capestro

In vista dell’ennesima scadenza del debito e dopo aver fallito la scorsa settimana quella da 83,5 milioni su 2 miliardi di bond quinquennali con scadenza marzo 2022, Evergrande tenta la carta della vendita di azioni alla finanziaria di una banca locale partecipata, la Shengjing Bank Co.

Loading...

Circa 1,75 miliardi di azioni pari al 19,93% della banca passeranno a Shenyang Shengjing Finance Investment Group, società statale che svolge attività di capital e asset management.

Da qui alla fine dell’anno Evergrande ha scadenze mensili sugli interessi ma nessun debito corporate, se ne parla l’anno prossimo se il più grande indebitato real developer al mondo sarà ancora in vita. Ma Fitch non crede a un esito felice, e abbassa il rating Evergrande a C da CC. La Borsa di Hong Kong invece applaude con un balzo di +10,86 del titolo.

Il peso dei link con i Governi locali

La borsa di Hong Kong premia la mossa con un balzo del 10% del titolo, dando un minimo di respiro sulla scadenza del 22 ottobre, data della possibile dichiarazione di fallimento.

Va segnalata però la strada di una possibile strisciante nazionalizzazione del gigante privato anche se su base diffusa, a livello locale, che poi è la dimensione di Evergrande, un Gruppo tra i più ramificati del sistema cinese.

Sta per scadere il coupon da 47,5 milioni di dollari per un debito datato marzo 2024. Ora è tempo di restituire il sostegno dato da Evergrande a livello locale con l’intenzione di investire 17,32 miliardi di dollari in base a un accordo firmato con il governo dello Shenyang il 15 giugno 2019.

Il Liaoning è uno storico hub dell’industria autonombilistica cinese, Evergrande prometteva nuovi sconfinati ambiti di azione, dai veicoli energetici, al turismo culturale e all’assistenza sanitaria.

Un mondo che non esiste più

La provincia credeva nei progetti di Evergrande e li ha sottoscritti con grande enfasi, come sempre succede per i negoziati cinesi specie quelli con le istituzioni locali.

“L’investimento - si legge nelle cronache dell’epoca - sarà a tutto campo. La controllata Evergrande Guoneng Newenergy Vehicle Investment Holding Group sarà responsabile del nuovo progetto di veicolo energetico, Evergrande Newenergy Technology Group si occuperà di un nuovo progetto di batteria energetica, Evergrande Energy Technology investirà in un progetto di motore hub, Evergrande Tourism Group investirà nel progetto ricreativo acquatico “Evergrande Water World” e Evergrande Heath Group si concentrerà su un progetto “Evergrande Healthy Land”, colmando il divario della Cina nei servizi sanitari e nell’assistenza agli anziani.

Una modalità di azione che, evidentemente, d’ora in poi sarà molto più difficile da sostenere.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti