ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBorsa Hong Kong

Evergrande vola in Borsa dopo cessione asset per 1,5 miliardi di dollari

Venderà una quota del 19,93% (circa 1,753 miliardi di azioni) nella banca regionale Shengjing Bank. Sul titolo non pesa il downgrade di Fitch

di Stefania Arcudi

Foto Epa

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Il colosso immobiliare cinese Evergrande, a rischio default per l'enorme quantità di debito accumulato, raggranella fondi vendendo asset per circa 1,5 miliardi di dollari, cosa che sta facendo volare il titolo della società alla Borsa di Hong Kong, con un guadagno arrivato anche a 12 punti. In particolare, come si legge nella documentazione consegnata all'Hong Kong Stock Exchange, il Board di Evergrande ha deciso di vendere una quota del 19,93% (circa 1,753 miliardi di azioni) nella banca regionale Shengjing Bank per 5,70 yuan ognuna, per un totale di circa 9,99 miliardi di yuan (appunto 1,5 miliardi di dollari circa). Sul titolo non pesa dunque il fatto che Fitch ha tagliato la valutazione da «CC» a «C», un gradino sopra il livello default.

A comprare sarà Shenyang Shengjing Finance Investment Group, che pagherà la somma una volta che saranno soddisfatte le condizioni previste dall'accordo (approvazione del Board di Shengjing Bank e ottenimento del via libera delle autorità di regolamentazione). Dopo la cessione della quota, Evergrande deterrà ancora una partecipazione nella banca pari al 14,57%. «Il problema di liquidità della società ha avuto un impatto negativo e materiale su Shengjing Bank. L'arrivo di un acquirente, che è una società controllata dallo Stato, contribuirà a stabilizzare le operazioni di Shengjing Bank e allo stesso tempo, contribuirà ad aumentare e mantenere il valore della quota del 14,75% di Evergrande nella banca», si legge nella documentazione, in cui si sottolinea che «per completare la cessione è richiesta la cooperazione di Shengjing Bank, che richiede che tutti i proventi netti della cessione siano usati per regolare le passività finanziarie rilevanti del gruppo nei confronti di Shengjing Bank».

Loading...

Gli investitori guardano quindi più alle notizie finanziarie che non al downgrade di Fitch, con un recovery rating «RR6», citando la probabilità che il gruppo non abbia rispettato la scadenza iniziale per il pagamento degli interessi di un bond in dollari. La revisione della valutazione riguarda anche le controllate Hengda Real Estate Groupe Tianji Holding Limited. «I downgrade riflettono il fatto che Evergrande ha probabilmente saltato il pagamento degli interessi su titoli senior non garantiti e si ritiene sia entrata nel conseguente periodo di grazia di 30 giorni prima che il mancato pagamento costituisca un evento di default», sottolinea Fitch. L'agenzia di rating segnala che non sono stati fatti annunci ufficiali sul pagamento della cedola in scadenza il 23 settembre per bond all'8,25% di Evergrande per 2,025 milioni di dollari.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti