margherita distribuzione

Ex Auchan, accordo con Fisascat Cisl sulle uscite: incentivo fino a 26mila euro

Previsto anche un sostegno alla ricollocazione pari a 5mila euro per ciascun lavoratore. Dell’Orefice (Fisascat): l’intesa dà risposte in termini di politiche attive del lavoro ad una vicenda aziendale fra le più complicate mai vissute nell’ambito della grande distribuzione organizzata italiana

default onloading pic
(agefotostock / AGF)

Previsto anche un sostegno alla ricollocazione pari a 5mila euro per ciascun lavoratore. Dell’Orefice (Fisascat): l’intesa dà risposte in termini di politiche attive del lavoro ad una vicenda aziendale fra le più complicate mai vissute nell’ambito della grande distribuzione organizzata italiana


2' di lettura

Incentivi all’esodo volontario per i dipendenti di sede e per il personale della rete commerciale ex Auchan attualmente alle dipendenze di Margherita Distribuzione, ricorso alla Cigs per crisi aziendale dal 6 aprile 2020 al 31 dicembre 2020 per gli 8.036 dipendenti della rete commerciale ed accordo sulle ricollocazioni che si andrà ad affiancare al “bonus ricollocazione” di 5.000 euro (pagati da Margherita Distribuzione) per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato da terzi. Sono questi i punti principali che raccontano le intese raggiunte sia in sede ministeriale che in ambito sindacale fra i vertici della società sottoposta alla direzione ed al coordinamento di BDC Italia e la Fisascat Cisl. Il sindacato spiega
che «l’incentivo all’esodo volontario - che grazie all’intesa sindacale sottoscritta da Fisascat Cisl non potrà essere inferiore ai 26mila euro per i livelli V e VI della rete commerciale ed ai 34mila euro per il III ed il IV livello delle sedi - sarà riconosciuto in misura percentuale variabile con un
decalage che scatterà dall’inizio del mese di luglio». L’importo dovrà poi essere riproporzionato all’orario di lavoro per i part-time, ma in ogni caso non potrà essere inferiore ai 16mila euro per i part-time della rete di vendita.

«Rispetto alla prospettata gestione unilaterale dell’azienda le intese raggiunte da Margherita Distribuzione e Fisascat Cisl offrono maggiori garanzie per le lavoratrici ed i lavoratori», spiega il segretario nazionale
della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice. Questo sostegno alla ricollocazione, per importo - si tratta di 5.000 euro per ciascun lavoratore, sia esso full time o part-time, quadro o VI livello - , caratteristiche - se non dovesse andare a buon fine la ricollocazione, il contributo va ai lavoratori non ricollocati - e natura .vengono incentivate solo le ricollocazioni a tempo indeterminato- secondo Dell’Orefice «non ha precedenti in negoziati analoghi e fa fare un salto di qualità al livello complessivo della vertenza perché oltre agli incentivi è stata condivisa da chi ha sottoscritto le intese, la necessità di dare anche risposte in termini di politiche attive del lavoro ad una vicenda aziendale fra le più complicate mai vissute nell'ambito della grande distribuzione organizzata italiana».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...