la crisi di taranto

Ex Ilva, Arcelor Mittal: continua il piano cessioni, vendita nel trasporto marittimo

Ceduta la metà della filiale Global Chartering Limited (GCL) a DryLog, con cui costituirà una co-impresa. L’operazione avrà un impatto finanziario positivo per AM di 530 milioni di dollari sull'indebitamento netto

default onloading pic
Gli impianti della fabbrica Ilva di Arcelor Mittal a Taranto

Ceduta la metà della filiale Global Chartering Limited (GCL) a DryLog, con cui costituirà una co-impresa. L’operazione avrà un impatto finanziario positivo per AM di 530 milioni di dollari sull'indebitamento netto


1' di lettura

Arcelor Mittal cede la metà della filiale Global Chartering Limited (GCL) a DryLog, con cui costituirà una co-impresa. L’operazione avrà un impatto finanziario positivo per AM di 530 milioni di dollari sull'indebitamento netto: 400 milioni di dollari al closing, previsto entro fine anno, e altri 130 a inizio 2020. La decisione fa parte di un vasto piano di cessioni da circa 2 miliardi di dollari, da completare entro metà 2021.
Arcelor Mittal punta a far diventare la nuova società, insieme a Drylog, «un attore importante dell'industria del trasporto marittimo internazionale».
Per approfondire
Ex Ilva, salvataggio appeso al giudizio del Riesame
Ex Ilva, verso una newco a partecipazione pubblica per il rilancio verde


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti