lusso

Exor, mezzo miliardo sulle scarpe Louboutin

Entrerà con il 24% del capitale e due consiglieri in cda

di Marigia Mangano

default onloading pic
(Reuters)

3' di lettura

Prosegue a passo spedito la campagna acquisti nel mondo del lusso da parte di Exor . La holding della famiglia Agnelli ha comunicato di aver raggiunto un accordo con Christian Louboutin per accelerare la prossima fase dello sviluppo della società: investirà 541 milioni di euro per diventare azionista al 24%, al fianco dei suoi fondatori, e nominerà 2 dei 7 componenti del consiglio di amministrazione della società.

Il perfezionamento dell'operazione è previsto nel secondo trimestre del 2021 e contestualmente faranno il loro ingresso nel board due rappresentanti della holding. Secondo quanto si apprende, non comparirebbe tra i candidati il numero uno John Elkann. Fondata nel 1991, Christian Louboutin è uno dei più importanti nomi del lusso mondiale: famosa per le scarpe da donna dall'inconfondibile suola rossa, la società è riuscita a diversificare le sue attività in altri segmenti, quali calzature da uomo, pelletteria, accessori e bellezza. Ha una presenza commerciale internazionale molto ampia, con circa 150 negozi di proprietà in 30 paesi e una rete mondiale di selezionati rivenditori al dettaglio. Si apre una notevole opportunità - spiega Exor - per sviluppare la presenza del brand, in particolare attraverso un'ulteriore espansione geografica, soprattutto in Cina, anche con il rafforzamento delle sue attuali piattaforme digitali e di e-commerce. «Nel corso di questi anni – ha commentato John Elkann, presidente e amministratore delegato di Exor - ho potuto ammirare il talento di Christian con cui ha creato uno dei più grandi brand indipendenti del lusso a livello mondiale. Oggi siamo molto felici di unirci a lui, a Bruno e alla sua fantastica squadra per lavorare insieme con l'obiettivo di accelerare piani di sviluppo di questa ambiziosa società. Condividiamo lo stesso spirito familiare, la stessa cultura e gli stessi valori, che sono alla base di una partnership solida. La straordinaria creatività di Christian Louboutin, la sua energia e la sua visione sono esattamente le qualità che ci vogliono per costruire una grande società».

Loading...

«Exor è una società che pone grande attenzione sul lungo termine - sottolinea Christian Louboutin, fondatore dell'omonima società - e possiede una forte cultura imprenditoriale, a cui il mio partner Bruno ed io teniamo molto, e in cui ci riconosciamo completamente. Era importante per me, e per i membri della nostra società, che per scrivere una nuova pagina della storia della nostra Maison il partner con cui ci associamo rispettasse tutti questi valori, fosse di mentalità aperta e avesse ambizione e dinamismo. Exor è emerso chiaramente come il nostro partner ideale, con cui continuare l’avventura di Louboutin, che è iniziata proprio 30 anni fa. Il mio team ed io siamo molto felici di questa unione e vorremmo ringraziare John e il team di Exor per la cura che hanno dedicato nel comprendere la storia umana della nostra Maison, per accompagnarci nel modo migliore nei decenni a venire».

L'investimento in Louboutin segue quello perfezionato, alla fine del 2020, con Hermes International per investire nel gruppo cinese del lusso Shang Xia. In quest'ultimo caso l'investimento è stato di circa 80 milioni di euro attraverso un aumento di capitale riservato che ha permesso di acquisire la quota di maggioranza della società. Hermès, che ha accompagnato con successo Shang Xia nella sua prima fase di sviluppo, è rimasto come azionista rilevante insieme a Exor e alla fondatrice Jiang Qiong Er.

Nel caso di Shang Xia si tratta di un investimento in una società molto più giovane rispetto a quella francese: l'azienda cinese è una società del XXI secolo, anche se nei fatti ha già 10 anni, cosa che in Cina è indicatore di solidità ed esperienza. Louboutin, invece, ha una storia ormai trentennale ed è un marchio affermato a livello mondiale e forte soprattutto in America. L'ingresso di Exor punta così a strutturare maggiormente la società, con l'ingresso di suoi rappresentanti nel board, e a contribuire allo sviluppo sul mercato cinese, dove Exor è appena sbarcata con la giovane Shang Xia.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti