ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùeditoria

Exor prende il controllo di Gedi: Molinari direttore di Repubblica, Giannini a La Stampa

Maurizio Molinari alla direzione di Repubblica. Alla Stampa arriva Massimo Giannini. John Elkann nuovo presidente e Maurizio Scanavino nuovo ad. Redazione in sciopero

di Andrea Biondi

default onloading pic
(REUTERS)

Maurizio Molinari alla direzione di Repubblica. Alla Stampa arriva Massimo Giannini. John Elkann nuovo presidente e Maurizio Scanavino nuovo ad. Redazione in sciopero


2' di lettura

«Le decisioni che abbiamo preso oggi definiscono le basi di un'organizzazione chiara e coesa, premessa indispensabile per raggiungere i traguardi ambiziosi che ci siamo dati. Ci aspetta un percorso impegnativo e straordinario: con coraggio e con senso di responsabilità, abbiamo scelto di abbracciare l’innovazione e la trasformazione digitale per scrivere insieme il futuro del giornalismo e dell’intrattenimento di qualità».

Così John Elkhann, nuovo presidente Gedi, ha commentato le nomine seguite al perfezionamento del passaggio ad Exor del 43,78% del gruppo editoriale Gedi, ceduto da Cir per 102,4 milioni.

Ad acquisire la quota è la società di nuova costituzione, interamente detenuta da Exor, Giano Holding, che è ora tenuta a promuovere una offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle azioni Gedi in circolazione al medesimo prezzo dell'operazione, pari a 0,46 euro per azione.

Exor salirà, tramite Giano Holding, al 60,9% del capitale sociale di Gedi ed al 63,21% dei diritti di voto. Rileverà un 5,06% dalla Mercurio della famiglia Perrone e un 6,07% dalla famiglia Caracciolo, al medesimo prezzo. Cir e Mercurio resteranno azionisti in Giano Holding con una quota del 5% ciascuno.

A completare la quota con cui la società creata da Exor per l'operazione, Giano Holding, controllerà il gruppo editoriale Gedi (60,9% e 63,21%) sarà anche il 5,99% che era già detenuto da Exor e che sarà portato in adesione all'opa obbligatoria che Giano Holding è tenuta a promuovere sulle restanti azioni in circolazione.

Sul versante governance, Gedi ha comunicato la dimissione dal Cda di Laura Cioli, Rodolfo De Benedetti, Francesco Dini e Monica Mondardini . Il il Consiglio ha contestualmente cooptato quali nuovi consiglieri Turi Munthe, Maurizio Scanavino (che assumerà la carica di amministratore delegato e dg), Pietro Supino ed Enrico Vellano

Sul fronte editoriale, immediato il cambio della direzione di Repubblica, quotidiano del gruppo Gedi, dove Carlo Verdelli lascia il suo posto. Il Cda ha nominato al suo posto Maurizio Molinari, fino a oggi direttore de La Stampa, dove invece è approdato Massimo Giannini, attuale direttore di Radio Capital. A Maurizio Molinari è stato anche dato l’incarico di direttore editoriale del Gruppo Gedi. Linus, conclude il comunicato del gruppo, sarà il direttore editoriale del polo radiofonico di Gedi e Mattia Feltri assumerà la direzione dell'Huffington Post, continuando a firmare il Buongiorno de La Stampa.

La redazione di Repubblica si è riunita in assemblea per tutto il pomeriggio. Al termine, poco prima delle 22, è stato proclamato uno sciopero con effetto immediato.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti