ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùHolding

Exor in rialzo ad Amsterdam, annulla 7 milioni di azioni dopo il buyback

La cancellazione sarà efficace nel primo semestre 2023 e ridurrà il numero di azioni a circa 233,9 milioni. Secondo gli analisti l'azione è positiva e in linea con le attese

di Stefania Arcudi

(Dennis - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Seduta positiva per Exor alla Borsa di Amsterdam (sale l'AEX), dove il titolo ha toccato un massimo di giornata a 68,76 euro, in rialzo di oltre un punto. Questo all'indomani dell'annullamento di circa 7 milioni di azioni proprie, pari a poco meno del 3% del capitale, acquistate nell'ambito del programma di buyback avviato a novembre 2018 e completato a novembre 2020 (5,5 milioni) e della prima tranche di quello avviato a marzo e completata a giugno 2022 (1,5 milioni). Come comunicato dalla società, la cancellazione sarà efficace nel primo semestre 2023 e ridurrà il numero di azioni a circa 233,9 milioni. L'annullamento delle azioni ordinarie, in linea con l'intenzione comunicata al lancio del programma di riacquisto, sarà effettuato nell'ambito della delibera adottata dall'assemblea generale annuale degli azionisti del 24 maggio scorso.

Secondo gli analisti la cancellazione è positiva e in linea con le attese, motivo per cui l'aspettativa è che Exor possa proseguire con il buyback visto il rilevante sconto sul Nav a cui tratta la holding: «Al 16 dicembre Exor deteneva 12,9 milioni di azioni (5,3% del capitale) e riteniamo che continui a comprare finché lo sconto resta elevato (ai prezzi di ieri 44% sul Nav)», spiegano gli esperti di Equita, ricordando che «attualmente Exor sta procedendo con la seconda tranche di buy-back, dopo la prima da 100 milioni completata a giugno 2022. Finora sono stati spesi circa 240 milioni (sul totale di 500 milioni del piano 2022-24 avviato lo scorso marzo) per comprare 3,6 milioni di azioni (1,5% del capitale) a un prezzo medio di 66,5 euro per azione».

Loading...

Exor ha "traslocato" da Piazza Affari ad Amsterdam il 19 dicembre, quando le azioni della holding della famiglia Agnelli hanno debuttato sul paniere olandese che raccoglie le società a maggiore capitalizzazione, prendendo il posto di Just Eat Takeaway. Exor, che ha partecipazioni in Stellantis, Ferrari e Juventus, aveva dato l'addio al Ftse Mib la scorsa estate, quando il titolo viaggiava poco sopra 66 euro per azione.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti