AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùHolding

Exor sotto i riflettori in Borsa nel giorno del debutto ad Amsterdam

La società ha formalizzato la richiesta di delisting da Piazza Affari

di Paolo Paronetto

(AFP)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Exor sotto i riflettori a Piazza Affari nel primo giorno di quotazione del titolo anche alla Borsa di Amsterdam. A fine luglio la holding della famiglia Agnelli-Elkann ha annunciato il trasferimento delle azioni da Milano ad Amsterdam per «allineare la Borsa di quotazione della società con la propria struttura legale di holding olandese». In occasione dello sbarco sul listino olandese, Exor ha anche formalizzato la richiesta di delisting da Piazza Affari: il processo durerà «non meno di 45 giorni», durante i quali i titoli saranno negoziati su entrambe le Piazze. Exor capitalizza al momento circa 16 miliardi.

«Exor è una bella aggiunta alla pattuglia di società di investimento quotate ad Amsterdam e in Belgio», ha commentato Jean-Paul van Oudheusden, dutch market analyst di eToro. Per ottenere un posto nell'indice principale Aex, aggiunge, «Exor deve soddisfare una serie di condizioni», che la società prevede di raggiungere «in occasione della riponderazione del marzo 2023». Tra gli obiettivi dello sbarco ad Amsterdam, conclude, c'è la riduzione dello sconto rispetto al valore degli asset, nonché un aumento della liquidità.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti