motori

F1, il 13 settembre al Mugello si correrà il «Gp Toscana Ferrari 1000»

Il Gran Premio del Mugello in programma il 13 settembre avrà una denominazione particolare in omaggio alla Ferrari (proprietaria della pista) perchè in quella occasione la Rossa parteciperà con le sue monoposto al millesimo gp della sua storia

di Marco Bellinazzo

default onloading pic
(ANSA)

Il Gran Premio del Mugello in programma il 13 settembre avrà una denominazione particolare in omaggio alla Ferrari (proprietaria della pista) perchè in quella occasione la Rossa parteciperà con le sue monoposto al millesimo gp della sua storia


2' di lettura

Due nuovi gp sono stati messi in calendario per il 2020. Uno al Mugello, nona prova del mondiale, il 13 settembre, l’altro a Sochi in Russia, il 27 settembre. In particolare, il Gran Premio del Mugello avrà una denominazione particolare, in omaggio alla Ferrari (proprietaria della pista) perchè proprio in quella occasione la Rossa parteciperà con le sue monoposto al millesimo gp della sua storia mondiale. Gli organizzatori del circus perciò hanno deciso che la corsa sarà denominata “Gran Permio della Toscana Ferrari 1000”.

L’evento

Il nome ufficiale dell'evento è un omaggio alla terra che ospiterà questo appuntamento e alla ricorrenza storica che la Ferrari - unica squadra presente in tutte le 70 edizioni fin qui disputate della massima competizione automobilistica - celebrerà quel giorno. L’Autodromo del Mugello si trova a 35 km da Firenze. Inaugurata nel 1974 come naturale evoluzione del Circuito Stradale nato nel 1914, la pista è adagiata sulle colline della municipalità di Scarperia e San Piero a Sieve. L'Autodromo del Mugello è di proprietà della Ferrari dal 1988 ed è tra le poche piste che la FIA ha certificato con “la qualifica 3-Star Level: l'impianto ha infatti superato il test ambientale definito dalla Federazione, ottenendo così un riconoscimento per l'eccellenza delle politiche di sostenibilità adottate” fa sapere la scuderia. Con l'assegnazione del nono appuntamento della stagione al Mugello, l'Italia torna così ad ospitare due Gran Premi di Formula 1 per la prima volta dal 2006. Quell'anno furono in calendario sia il tradizionale Gp d'Italia a Monza, sia l'ultima edizione fin qui disputata del Gp di San Marino, che si teneva all'Autodromo di Imola: entrambe le gare furono vinte da Michael Schumacher, alla sua ultima stagione con la Ferrari.

Le reazioni

«La Regione Toscana è molto felice di sostenere il millesimo Gp della Ferrari, una data storica per le quattro ruote. Siamo certi del fatto che contribuendo a questa importantissima tappa sportiva di rilevanza planetaria, promuovendola al meglio con i nostri canali, daremo lustro al Mugello e alla Toscana. Daremo così una scossa benefica ai nostri territori dopo un periodo davvero difficile. Ci riempie d’orgoglio poter dire che questo sarà il Gran Premio della Toscana». Così il governatore toscano Enrico Rossi sul Gp di Foruma Uno che sarà ospitato per la prima volta a Scarperia.

«Poter festeggiare un anniversario straordinario come quello dei mille Gp della Ferrari proprio a casa nostra al Mugello è un'opportunità incredibile»: dall’Austria, dove sono in corso le prime libere del gp di Siria in programma domenica, il team principal della Ferrari Mattia Binotto esprime tutta la sua soddisfazione per l'assegnazione al Mugello del nono gp stagionale. Binotto ringrazia per la decisione il capo del circus Chase Carey e anche la regione Toscana e il comune di Firenze per la collaborazione prestata. Quello del Mugello »non è solamente uno dei tracciati più affascinanti e sfidanti per i piloti e le monoposto ma è anche un'impianto che ha fatto della sostenibilità una sua priorità, un impegno che lo ha portato a raggiungere livelli di eccellenza in Italia e nel mondo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti