Sport

F1, pochi posti liberi per il 2019

a cura di Datasport


3' di lettura

E' stato un mercato piloti tra i più enigmatici ed incastrati degli ultimi anni, con notizie più o meno sorprendenti e scelte che si stanno protraendo ancora, ad indicare un movimento nel Circus come non si vedeva da anni. Questo per via che gli stessi sedili nei top team, quelli di Bottas, Ricciardo e Raikkonen sono stati in bilico per buona parte del campionato e questo ha contribuito a mescolare le carte.   Ora però il puzzle ha preso una forma definitiva ed alla F1 2019 possiamo già dare un volto. Sette squadre su dieci hanno già annunciato la loro line-up per la prossima stagione e tra queste vi sono i tre top team, Mercedes, Ferrari e Red Bull. La casa di Stoccarda, dopo aver tenuto sulle spine Valtteri Bottas, ha deciso di rinnovare la fiducia al pilota finlandese proponendogli il prolungamento del contratto anche per il 2019, che per la terza volta vedrà con i colori d'argento Hamilton e lo stesso Bottas. Cambia invece la Ferrari, che dopo un lungo indugiare (dovuto anche alla scomparsa del presidente Marchionne) ha scelto di dare una svolta alla storia recente salutando Kimi Raikkonen e dando il benvenuto a Charles Leclerc, il secondo pilota più giovane nella storia del Cavallino. La Red Bull invece ha un poì subito la scelta di Ricciardo, che ha scelto di passare alla Renault, con il team di Milton Keynes che ha scelto di ripiegare su un suo pilota del vivaio, Pierre Gasly, e la prossima stagione sarà ai nastri di partenza con una coppia giovanissima: Gasly, classe '96, e Verstappen, di un anno più giovane.   Come detto Raikkonen saluterà la Ferrari, ma resterà "in famiglia": con l'obbiettivo dichiarato di far crescere la Sauber-Alfa Romeo, la nuova dirigenza del Cavallino ha proposto al finlandese un accordo di due anni con la scuderia svizzera, con Kimi che ha accettato, tornando alla squadra che nel 2001 lo lanciò in F1; al suo fianco Antonio Giovinazzi, pilota del vivaio Ferrari, la quale è riuscita a dare ad Antonio la chanche tanto attesa, facendo tornare un italiano in F1 a tempo pieno. Tutto fatto anche in Renault, con Ricciardo che affiancherà il confermato Hulkenberg prendendo il posto di Sainz, il quale a sua volta rileverà il posto del suo idolo Alonso in McLaren, dove troverà il giovane classe '99 Lando Norris. In Haas hanno preferito scegliere in autonomia nonostante l'offerta Ferrari di mettere in macchina Leclerc ed hanno deciso di andare avanti con Magnussen e Grosjean.   Per quanto riguarda le scuderie rimanenti, la certezza è Daniil Kvyat, che torna in F1 con la squadra che lo aveva silurato, la Toro Rosso, la quale presa in controtempo (in realtà ad essere stato preso in contropiede è Helmut Marko) per l'addio di Ricciardo alla Red Bull non ha ancora deciso chi affiancare al russo; scartato a quanto pare Vandoorne (silurato dalla McLaren e che adesso rischia seriamente di finire fuori dal giro), forse Hartley riuscirà a salvare il posto nonostante qualche critica da parte dei datori di lavoro. Contatti avviati con Pascal Wehrlein, ex giovane pilota Mercedes, ed Esteban Ocon, il quale rischia seriamente una stagione da terzo pilota in Mercedes: il suo posto in Force India infatti andrà con molta probabilità a Lance Stroll, visto che il padre è a capo della cordata di imprenditori che ha rilevato il team di Vijay Mallya. Al fianco di Stroll probabilmente ci sarà Sergio Perez, mentre è un grosso punto interrogativo la Williams: il team di Grove è in crisi nera ed è alla disperata ricerca di piloti paganti (visto che Stroll se ne andrà insieme alla grossa somma di denaro che si portava appresso) e dunque Sirotkin potrebbe rimanere con la squadra inglese, sebbene lo stesso Ocon e George Russell, altro pilota del vivaio Mercedes (in questi due casi, Williams avrebbe uno "sconto" sulla fornitura dei motori, rafforzando la partnership con la casa della Stella) sperino in un volante. Da non sottovalutare le piste di Artem Markelov e Nikita Mazepin, piloti di F2 con una "valigia" molto importante alle spalle.   F1 2019: scuderie e piloti   MERCEDES: Hamilton, Bottas FERRARI; Vettel, Leclerc RED BULL: Verstappen, Gasly RENAULT: Ricciardo, Hulkenberg HAAS: Magnussen, Grosjean MCLAREN: Sainz, Norris RACING POINT FORCE INDIA: ?, ? TORO ROSSO: Kvyat, ? SAUBER-ALFA ROMEO: Raikkonen, Giovinazzi WILLIAMS: ?, ?  

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...