ACCORDO DA 1 MILIARDO

Facebook acquista la startup che “controlla” il pc con il pensiero

Facebook ha annunciato l’acquisizione di Ctrl-Labs, una startup tecnologica che sta sviluppando un software per consentire alle persone di controllare il computer con i propri pensieri. Il colosso dei social di Mark Zuckerberg potrebbe aver sborsato fino a un miliardo di dollari, secondo una valutazione dell’emittente Cnbc

Facebook, Zuckerberg non vende Instagram e Whatsapp

2' di lettura

Facebook ha annunciato l’acquisizione di Ctrl-Labs, una startup tecnologica che sta sviluppando un software per consentire alle persone di controllare il computer con i propri pensieri. Il colosso dei social di Mark Zuckerberg potrebbe aver sborsato fino a un miliardo di dollari, secondo una valutazione dell’emittente Cnbc. Ctrl-labs utilizza una braccialetto che misura l’attività neurale nel braccio di una «cavia», per determinare il movimento che il soggetto è intenzionato a compiere. L’attività dei neuroni viene poi riprodotta su uno schermo.

Telecinesi, un video pubblicato da CTRL-labs

L’operazione potrebbe servire a Facebook per rinforzare il suo interesse verso le tecnologie di realtà aumentata, a partire dallo sviluppo di occhiali simili al modello dei - defunti - Google Glass. Già nel 2017 il gigante social aveva annunciato una «interfaccia cervello-computer» che avrebbe dovuto consentire di trasformare i pensieri in testi scritti attraverso il monitoraggio di segnali cerebrali. In tempi più recenti, la stessa Cncb ha rivelato un progetto congiunto fra l’azienda e il gruppo dell’occhialeria Luxottica per la messa a punto di un modello di smart glasses in arrivo sul mercato tra il 2023 e il 2025.

Loading...

L’ombra dell’antitrust
L’acquisizione arriva in un momento di turbolenze per Facebook, finito più volte nel mirino dell’antitrust per atteggiamenti monopolistici. Una portavoce del gruppo ha dichiarato alle agenze internazionali che «Ctrl-Labs e Facebook non sono concorrenti, perché Facebook non possiede o produce attualmente questa tecnologia», aggiungendo che la società collaborerà con le autorità per evitare qualsiasi incogruenza sul profilo legale. «La tecnologia di Ctrl-Labs - prosegue la portavoce - è un input innovativo che Facebook utilizzerà per migliorare significativamente le esperienze di realtà aumentata-virtuale per potenziare la user experience». L’azienda, secondo quanto riporta il portale Crunchbase, ha raccolto 67 milioni di dollari e vanta tra i suoi investitori realtà di grosso profilo come Spark Capital, Google, Amazon e Alexa Fund.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti