LE STRAGI DI 25 ANNI FA

Falcone e Borsellino, il ricordo di Matarella

di Patrizia Maciocchi

(ANSA)

2' di lettura

«Sarebbe un peccato se la legislatura finisse prima che ci sia una legge sui beni confiscati alla mafia» a dirlo, nell'aula bunker dell'Ucciardone è il ministro dell'Interno Marco Minniti. Ad ascoltare, in insieme a una platea di ragazzi, il capo dello stato Sergio Mattarella e la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, il primo presidente della Cassazione Giovanni Canzio e il vice presidente del Csm Giovanni Legnini. Nel corso di una lunga diretta di Rai 1 scorrono in bianco e nero le immagini della vita e dell'impegno di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino, di Francesca Morvillo e degli uomini della scorta. Dall'attentato fallito dell'Addaura al maxi processo che, come ricorda il presidente Mattarella, ha cambiato i rapporti Stato-mafia.
Mattarella ricorda le tante cose che hanno unito i due magistrati le tante che hanno condiviso: l'impegno, gli ideali, i valori ma anche la solitudine, l'isolamento il rancore, l'invidia e gli attacchi personali. Mattarella premia i ragazzi per il loro lavori su questi uomini di legge morti prima che loro nascessero e malgrado questo così vicini e noti. Un risultato eccezionale - spiega il capo dello Stato - in tempi in cui le nuove tecnologie rendono subito tutto obsoleto. La ministra Valeria Fedeli invita a stringere un patto tra scuola, famiglia e società perché i valori di Falcone e Borsellino continuino a camminare sulle gambe delle nuove generazioni. All'arrivo del ministro dell'Interno e del capo della polizia Franco Gabrielli passano le immagini della bandiera italiana sollevata per scoprire ciò che l'odio della mafia ha lasciato della croma del giudice Falcone. Un’auto, però - come sottolinea il presidente del Senato Pietro Grasso -, che continua ancora la sua corsa. Per Rosy Bindi «La mafia è più pericolosa del terrorismo : mentre la prima combatte lo Stato la seconda cerca di entrarci in contatto».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti