made in italy

Fallisce il lancio del razzo Vega: aveva a bordo due satelliti

Costruito in Italia dalla Avio, Vega è giunto al suo diciassettesimo volo. A circa 8 minuti dal decollo, ricostruisce l’azienda, si è verificata un'anomalia che ha provocato una deviazione della traiettoria del lanciatore

default onloading pic
(Epa)

Costruito in Italia dalla Avio, Vega è giunto al suo diciassettesimo volo. A circa 8 minuti dal decollo, ricostruisce l’azienda, si è verificata un'anomalia che ha provocato una deviazione della traiettoria del lanciatore


1' di lettura

Fallito il lancio di Vega. A otto minuti dalla partenza, dalla base europea di Kourou (Guyana Francese), il razzo dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha deviato dalla traiettoria prevista per portare in orbita i due satelliti che aveva a bordo: Seosat-Ingenio, del Centro spagnolo per lo sviluppo industriale Cdti, e Taranis, dell'agenzia spaziale francese Cnes. Lo rendono noto l'Esa e la società Arianespace, che gestisce i lanci dalla base di Kourou. Per poter ricostruire l'accaduto è in corso l'analisi dei dati di telemetria e alle 14 è prevista una conferenza stampa di Arianespace.

Razzo made in Italy
Costruito in Italia dalla Avio, Vega è al suo diciassettesimo volo. Ora sono in corso le analisi dei dati per chiarire le ragioni di quanto accaduto, informa in una nota Avio, gruppo internazionale leader nella realizzazione e nello sviluppo di lanciatori spaziali e sistemi di propulsione solida e liquida per il trasporto spaziale.

Loading...

Solo otto minuti in funzione
Dalle prime ricostruzioni, fa sempre sapere Avio, sembrerebbe che «a circa 8 minuti dal decollo, dopo il completamento nominale della propulsione del primo, secondo e terzo stadio e la prima accensione del motore del quarto stadio, si è verificata un'anomalia che ha provocato una deviazione della traiettoria del lanciatore, con la conseguente conclusione prematura della missione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti