Industria

Fantic Motor compra da Yamaha la bolognese Motori Minarelli

La fabbrica emiliana farà produzione dei motocicli, non soltanto di motori

di Ilaria Vesentini

2' di lettura

L'operazione è stata annunciata ieri alle Rsu di Calderara di Reno, dove da inizio Millennio sventola la bandiera nipponica di Yamaha Motor: Motori Minarelli entro fine anno tornerà italiana, perché i giapponesi venderanno il 100% delle azioni a Fantic Motor, storico marchio di motociclette oggi in mani venete.

«La notizia ci ha colto di sorpresa – fa sapere il funzionario Fiom di Bologna Roberto Bedetti – ora aspettiamo l’incontro di venerdì con gli acquirenti per capire i dettagli per poi fare lunedì prossimo le assemblee con i lavoratori. Ci hanno comunque garantito che Fantic manterrà gli attuali livelli occupazionali della fabbrica bolognese (circa 200 dipendenti) e porterà qui la produzione non solo di motori ma di motocicli completi, investendo in particolare nel segmento della mobilità elettrica».

Loading...

Numeri dell’operazione ancora non circolano, ma Motori Minarelli, storico marchio che dal 1951 produce due ruote e motori dopo un decennio di fortissimo ridimensionamento, sta lavorando oggi a pieno regime e anche quest’anno non prevede di lasciare sul terreno più del 10-12% dei volumi a causa dell’emergenza Covid (il 2019 si era chiuso con una produzione di 60mila motori e 60 milioni di euro di fatturato).

Fantic Motor festeggia 50 anni, I modelli che hanno fatto sognare

Fantic Motor festeggia 50 anni, I modelli che hanno fatto sognare

Photogallery13 foto

Visualizza

Chi invece è letteralmente riemerso dall’ombra è il marchio Fantic di Treviso, un mito del motociclismo tricolore per i giovani degli anni 70 e 80 con l’enduro Caballero e gli iridati modelli del trial: il fatturato è quintuplicato nel giro di cinque anni, ovvero con l’ingresso nel 2014 nel gruppo Venetwork (un acceleratore che riunisce 57 imprenditori veneti che gestiscono 200 aziende e oltre 4mila dipendenti in 90 Paesi) e l’arrivo al timone di Mariano Roman, per oltre vent’anni direttore tecnico di Aprilia e Guzzi.

Fantic Motor ha oggi oltre 120 addetti nei due siti produttivi a Quinto e Santa Maria di Sala di Treviso e 43 milioni di fatturato. Le nozze con Motori Minarelli porteranno alla creazione di un gruppo da oltre 100 milioni di euro di fatturato e quasi 300 addetti nelle tre fabbriche. «Una crescita dimensionale, ma soprattutto una crescita in innovazione per le competenze Motori Minarelli che, unitamente alla collaborazione con Yamaha, consentiranno a Fantic Motors di accrescere la propria competitività nel mondo del fuoristrada e della mobilità sostenibile», fanno sapere da Treviso.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti