ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSanità digitale

Fascicoli sanitari e telemedicina: sbloccati i primi 800 milioni

In pista un decreto Mef-Salute-innovazione: risorse in base ai target

di Marzio Bartoloni

Osservatorio Pnrr: ecco tutti gli importi dei piani europei di ripresa

2' di lettura

È pronto il decreto che stanzia 610 milioni per potenziare il fascicolo sanitario elettronico mentre è scattato il conto alla rovescia per l’avvio della Piattaforma nazionale di telemedicina, una parnership pubblico privata che potrà fare affidamento su una dote di 200 milioni.

Il fascicolo sanitario elettronico

La Sanità digitale è uno dei pilastri della missione 6 (Salute) del Pnrr e ora con questi due interventi si sbloccano i primi fondi per provare a dare una svolta digitale al Ssn. I fondi destinati al fascicolo sanitario elettronico serviranno per trasformare il “file” di ogni paziente - oggi ancora una scatola vuota - in un vero e proprio strumento on line utile sia per i cittadini dove potranno trovare tutta la propria storia clinica che per i medici e le strutture sanitarie che avranno così a portata di click tutti i dati dei pazienti. Il fascicolo sanitario elettronico sarà fondamentale anche per accedere alle prestazioni di telemedicina per il quale il Pnrr stanzia 1 miliardo per portarla a regime entro il 2025, con i primi 200 milioni che serviranno per far partire e gestire la piattaforma di telemedicina che nascerà grazie a una partnership pubblico-privata e dovrà coordinare i servizi (televisite, telemonitoraggi, telereferti) che cominceranno a partire dal 2023.

Loading...

Il 18 maggio termine ultimo per le manifestazioni di interesse

Gli operatori economici interessati avranno tempo fino al prossimo 18 maggio quando scadrà il termine per le manifestazioni di interesse: al momento ci sono oltre un centinaio di aziende interessate che hanno già partecipato a due incontri informativi organizzati dall’Agenas, l’Agenzia per i servizi sanitari regionali che da poco è diventata anche Agenzia per la sanità digitale.

Le prossime tappe

La bozza di decreto interministeriale Mef-Salute-Innovazione tecnologica sul fascicolo sanitario elettronico dovrebbe approdare in Stato Regioni il 28 aprile e stanzia 299 milioni per il potenziamento dell’infrastruttura digitale dei sistemi sanitari e 311 milioni per l’incremento delle competenze digitale degli operatori sanitari.

Risorse messe a disposizione in più tranche

Il decreto prevede lo stanziamento delle risorse in tranche: dopo un primo piccolo anticipo per il 2022 il resto delle risorse saranno assegnate semestralmente da qui al 2026 in base a target da raggiungere: dall’inserimento di dati sanitari in via elettronica (come i referti o le lettere di dimissioni ospedaliere) al numero di accessi di medici e pediatri fino al ricorso al fascicolo sanitario da parte delle strutture sanitarie.

Giovedì 21 aprile intanto è atteso nuovamente la riforma della Sanità territoriale in Conferenza Stato Regioni dopo la mancata intesa di un paio di settimane fa per la frenata della Campania. L’intenzione del Governo è di tirare avanti lo stesso, anche senza l’intesa delle Regioni, perché un altro slittamento potrebbe ritardare l’approvazione e quindi fermare gli stanziamenti previsti dal Pnrr che per queste cure fuori dall’ospedale valgono circa 7 miliardi.

Osservatorio PNRR

Notizie e analisi

Il monitoraggio del Sole 24 Ore sullo stato di avanzamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza attraverso notizie, analisi, documenti e video, un puntuale lavoro di monitoraggio dello stato di avanzamento. Vai all'Osservatorio

Numeri e infografiche

Una serie di infografiche navigabili per conoscere nel dettaglio tutte le facce del PNRR: le missioni, i costi, gli obbiettivi da centrare semestre per semestre. Vai alla sezione numeri e infografiche

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti