ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùitaliani sotto la lente

Fase 2: a maggio 4 milioni di controlli e 33.570 multe. In 157 “evasi” dalla quarantena

Gli italiani sono stati ligi: solo lo 0,83% non ha rispettato le regole. Picco di verifiche il 4 maggio, primo giorno di allentamento delle misure

di Nicoletta Cottone

Fase 2: 4 milioni di controlli, 33.570 multe. In 157 “evasi” dalla quarantena

Gli italiani sono stati ligi: solo lo 0,83% non ha rispettato le regole. Picco di verifiche il 4 maggio, primo giorno di allentamento delle misure


2' di lettura

Nella Fase 2 italiani sotto la lente delle Forze dell’ordine. Dai numeri del Viminale emerge che sono stati fatti controlli a raffica, con un sostanziale rispetto delle regole. Con l’avvento della Fase 2, dal 4 maggio, quando sono state allentate le misure di lockdown, sono state controllate 4.056.597 persone. E gli italiani sono stati ligi: 33.570 persone sono state sanzionate per non aver rispettato le misure di contenimento (lo 0,83% dei controllati).

In 157 “evasi” dalla quarantena
Le persone denunciate per false attestazioni o dichiarazioni (ex articolo 495 e 496 del codice penale) sono state 404, quelle denunciate per inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione in quanto in quarantena per essere risultate in 157.

Picco di controlli il 4 maggio
Nel mese di maggio picco di controlli il 4 maggio, giorno di inizio della Fase 2, che ha registrato qualche indisciplinato in più. Quel giorno sono state controllate 258.170 persone. Sempre il 4 maggio, infatti, il maggior numero di persone denunciate per false attestazioni: 98 in una sola giornata. Picco di denunce per false attestazioni sempre il 4 maggio.

CONTROLLI E SANZIONI SULLE PERSONE

(Fonte: Viminale)

Loading...

Controllati quasi un milione e mezzo di attività ed esercizi
E dall’inizio della Fase 2 sono stati controllati anche 1.476.743 attività ed esercizi: lo 0,13% sono stati multati. Il picco delle verifiche il 4 maggio con 100.816 persone controllate. Il numero massimo di esercenti sanzionati è stato registrato il 9 maggio con 178 multe.

VERIFICHE E SANZIONI SU ATTIVITÀ ED ESERCIZI

(Fonte: Viminale)

Loading...

Le sanzioni per le persone che non rispettano le regole
L’attuale normativa prevede una sanzione tra i 400 e i 3mila euro, aumentata fino a un terzo se commessa al volante. Se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo, infatti, le sanzioni sono aumentano da 533,33 fino a 4mila euro (373,433 con la riduzione del 30% previsto dall’articolo 202 del Cds ). Per reiterazione dell’illecito la sanzione principale è raddoppiata.

Detto e contraddetto: lo scontro sul passaporto sanitario

Cosa rischia chi “evade” dalla quarantena
Per inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi da casa per chi è in quarantena perché positivo al virus si è puniti con l’arresto da 3 mesi a 18 mesi e con l’ammenda da 500 a 5mila euro. Per false attestazioni o false dichiarazioni le sanzioni sono penali, individuate dallo stesso codice penale: reclusione fino a sei anni, con casistiche dettagliate.

Le sanzioni per attività produttive e commerciali
Nelle ipotesi di mancato rispetto delle misure previste per pubblici esercizi, attività produttive o commerciali, c’è la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni. La misura può essere anticipata con la chiusura provvisoria e immediata dell'attività per un massimo di 5 giorni. Il periodo della misura cautelare verrà poi scomputato dalla quantificazione della sanzione accessoria definitivamente applicata. Per reiterazione dell’illecito la pena accessoria è applicata nella misura massima, ossia di 30 giorni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti